Background ADV
  • Lunedì 20 Agosto 2018 - Aggiornato alle 19:22

Novellino non accetta le critiche: «Non permetto a nessuno di mettere in dubbio la mia professionalità»

Dopo il pareggio beffa con il Cesena il tecnico molto nervoso in sala stampa. E ammette: Wilmots non può giocare in un centrocampo a due"

Novellino non accetta le critiche: «Non permetto a nessuno di mettere in dubbio la mia professionalità»

"Abbiamo fatto una grande partita che dovevamo vincere. Abbiamo avuto un attimo di difficoltà alla fine, con un po' più di attenzione non l'avrebbero pareggiare. La mia squadra ha fatto una grandissima partita, e se a qualcuno non sta bene me lo venga a dire in faccia. La fortuna non ci assiste, ma ai ragazzi non rimprovero niente". E' scuro in volto mister Novellino al termine del partita pareggiata con il Cesena all'ultimo secondo. Prima lo screzio in diretta tv a Prima Tivvù con il mister che ha abbandonato la mixed zone per un tifoso che gli contestava, giustamente, la sostituzione di Ardemagni al 95' allungando la partita di altri 30 secondi rivelatisi fatali. "Non permetto a nessuno di mettere in dubbio la mia professionalità. Se non sto bene cambiassero allenatore i tifosi, io vado avanti".

Il modulo, "solo questa mattina abbiamo deciso il 3-5-2.  Moretti ha fatto bene, Falasco è entrato e ha fatto molto bene". Poi l'ammissione sul sbagliato acquisto di Wilmots "ha dimostrato il primo tempo un buon gioco, ma non può giocare in un centrocampo a 2".

Ultima modifica ilDomenica, 11 Febbraio 2018 09:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.