Background ADV
  • Mercoled√¨ 26 Settembre 2018 - Aggiornato alle 06:58

Vittoria doveva essere e vittoria è stata

Castaldo fa esplodere i 10mila del Partenio Lombardi, i biancoverdi conquistano tre punti vitali

Vittoria doveva essere e vittoria è stata

AVELLINO - SPEZIA: 1-0 (75' Castaldo) 

LA SINTESI - Davanti a 10mila tifosi l'Avellino supera lo Spezia e per il momento si tira fuori dalla zona playout in attesa delle altre partite. Partita abbastanza brutta soprattutto nel primo tempo, nella ripresa biancoverdi pi√Ļ aggressivi ma molto confusionari. Il gol siglato da Gigi Castaldo giunto all'12^ marcatura stagionale, bravo a sfruttare un rimpallo dopo un tiro di Ardemagni √® una liberazione per il popolo biancoverde. I festeggiamenti sotto la Sud la dimostrazione della tensione accumulata fino a quel momento. Lo Spezia √® venuto a giocare la sua partita, ha provato a rendersi pericoloso con i suoi attaccanti ed in un paio di occasioni con Pessina e Granoche √® andato vicino alla rete. Le motivazioni ovviamente hanno fatto la differenza. Nota negativa l'infortunio di Ngawa (ma dovrebbe essere solo un affaticamento muscolare) e gli acciacchi di Kresic e Falasco sul finire del match.

LE SQUADRE - Foscarini alle prese con la maxi emergenza infortuni porta in panchina D'Angelo e Moretti. In campo una sorta di 4-3-3. Davanti a Radu Migliorini e Kresic, Ngawa e Falasco sulle fasce, i tre mediani sono Di Tacchio ‚Äď Wilmots e Gavazzi con Molina e Bidaoui a sostegno di Castaldo.
Gallo conferma buona parte della formazione vincente contro la Pro Vercelli. L'unica novit√† √® l'esordio assoluto per Corbo in difesa ed il conseguente cambio di modulo ma non di interpreti nel 3-4-1-2. Davanti a Manfredini agiscono Terzi, Giani e Corbo, sulle fasce ci sono De Col e Lopez. Il metronomo √® lo spagnolo Juande affiancato dal miglior giovane della B Pessina. Il tridente √® composto da Marilungo ‚Äď De Francesco ‚Äď Gilardino.

LA PARTITA - L'Avellino scende contratto in campo, i primi 15 minuti sono favorevoli ai liguri anche se occasioni vere e proprie non ce ne sono. I biancoverdi sostenuti dal proprio pubblico prendono pian piano confidenza e avanzano il baricentro. Verso la mezzora Gavazzi cade in area, Marinelli fa cenno di proseguire. Dopo un paio di minuti palla d'oro di Castaldo sempre per Gavazzi che davanti a Manfredini incespica sul pallone. Le migliori occasioni capitano sempre all'ex Sampdoria anche se non impegna mai Manfredini.

LA RIPRESA - Al 2' Wilmots pericoloso da fuori area, Manfredini respinge male ma Bidaoui non √® lesto ad approfittare ed il portiere ligure blocca ogni velleit√†. I biancoverdi consapevoli dell'importanza dei tre punti si buttano in avanti. Al 53' ennesimo infortunio stagionale, √® nuovamente Ngawa ad alzare bandiera bianca. Al suo posto Ardemagni in attacco e Gavazzi scala terzino. Fischi per il centravanti a cui il gol manca da diversi mesi. Al 58' occasionissima per lo Spezia con Pessina che impegna severamente Radu. Dall'altra parte √® Castaldo ad avere una buona occasione ma non trova il pallone. Bidaoui al 62' finisce la benzina, dentro D'Angelo. Gallo risponde con "El Diablo" Granoche al posto di Gilardino. I biancoverdi iniziano a giocare con la palla lunga non trovando pi√Ļ trame di gioco. Kresic e Falasco con i crampi restano in campo. Al 75' ennesimo rilancio lungo, Castaldo stacca, la retroguardia dello Spezia pasticcia, Ardemagni prende palla e tira, il rimpallo favorisce nuovamente Castaldo che trafigge Manfredini (1-0). 12¬į gol in campionato per il capitano. Dopo un minuto gol annullato all'Avellino, cross di Molina, papera di Manfredini, Castaldo mette la palla dentro la porta ma Marinelli annulla. Molina si √® portato la palla fuori dal campo. Kresic non ce la fa e lascia il campo a Morero. Lo Spezia prova a rendersi pericoloso con qualche cross. Al 90' Granoche si fa vedere con un colpo di testa dopo aver sovrastato Morero. I liguri ci provano fino alla fine ad insidiare i biancoverdi ma Radu √® attento a non farsi sorprendere.

AVELLINO (4-3-3): Radu; Ngawa (53' Ardemagni), Kresic (82' Morero), Migliorini, Falasco; Gavazzi, Di Tacchio, Wilmots; Molina, Castaldo, Bidaoui (63' D'Angelo).

A disp.: Casadei, Lezzerini, Moretti, Vajushi, D'Angelo, Ardemagni, Morero, Asencio, Morosini. All.: Foscarini.

SPEZIA (3-4-1-2): Manfredini; De Col, Terzi, Giani, Corbo (69' Capelli), Lopez; Juande, Pessina(60' Mora) De Francesco; Gilardino (67' Granoche), Marilungo.

A disp.: Di Gennaro, Capelli, Ceccaroni, Bolzoni, Forte, Augello, Mora, Awua, Maggiore, Masi, Granoche, Mulattieri. All.: Gallo.

AMMONITI:  13' Pessina; 77' Ardemagni

Arbitro: Livio Marinelli della sezione di Tivoli. 

Ultima modifica ilVenerdì, 11 Maggio 2018 23:02

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.