Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 03:19

L'Avellino torna a sorridere: battuta la Vis Artena per 3-1

Uno strepitoso Ciotola e una fase offensiva finalmente efficace portano i 3 punti ai biancoverdi

  • di Federico Spinelli
  • 0 commenti
L'Avellino torna a sorridere: battuta la Vis Artena per 3-1

Lo stadio Partenio Lombardi risponde sempre presente, lo ha fatto anche quest'oggi con i suoi 3213 spettatori. I tifosi hanno sfidato il freddo invernale, a ragion veduta visto il ritorno alla vittoria da parte della Calcio Avellino SSD. Un Avellino convincente, a tratti troppo basso che ha concesso qualcosa di troppo alla Vis Artena nel primo tempo, ma che ha saputo sfruttare le lacune difensive della squadra di Punzi.
Primo tempo al cardiopalma - Inizio da incubo per i biancoverdi: dopo aver sfiorato al 4' il gol con colpo di testa di Gerbaudo, passano esattamente 60 secondi e ad andare in vantaggio sono gli ospiti: corner battuto da Binaco, di testa colpisce Costantini che porta in sull'1-0 i sardi.
I biancoverdi non si scoraggiano, e dopo aver visto un gol di De Vena annullato (giustamente) per fuorigioco, al 9' la rete arriva davvero: bellissima apertura di un indiavolato Ciotola, Carbonelli mette in mezzo un cross rasoterra perfetto e De Vena davanti la porta deve solo insaccare.
Gara subito divertente, con i lupi che poco dopo il gol del pareggio sfiorano anche il vantaggio: ancora bel cambio di gioco di Ciotola, Tribuzzi leggermente defilato sulla destra dribbila l'avversario e tira, ma conclude alto.
L'Avellino si scatena, e al 13' trova (stavolta davvero) la rete del vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Tribuzzi dalla sinistra dribbla due avversari, mette un cross basso e forte in area e Montesi, nel tentativo di anticipare Ciotola, insacca nella propria porta: è 2-1, con due gol quasi fotocopia.
Dopo un quarto d'ora davvero a ritmi elevatissimi e dopo aver ribaltato il risultato, i biancoverdi abbassano il ritmo della gara: si rifanno vivi in attacco al 25', con un altro bello spunto di Tribuzzi sulla destra, ma l'esterno biancoverde chiude troppo la conclusione che si spegne sul fondo.
La squadra di Graziani però tergiversa troppo, e al 34' rischia davvero grosso: calcio di punizione dalla destra, Costantini ancora una volta di testa insacca ma commettendo fallo su Patrignani. Dunque gol annullato, si resta sul 2-1, ma come al solito l'Avellino dopo aver segnato si abbassa eccessivamente concedendo di conseguenza troppi metri agli avversari. Se si aggiungono anche Parisi e Patrignani non propriamente in giornata, la combo può rivelsarsi pericolosa.
E allora per non rischiare, allo scadere del primo tempo, l'Avellino trova il gol del 3-1: ancora una bell'azione dalle fasce, con un'altra azione fantastica di Tribuzzi, e Ciotola non sbaglia il tap in. 2 gol in 2 partite per un Ciotola davvero ritrovato dopo un complicatissimo avvio di stagione.
La prima frazione di gioco si spegne così: i biancoverdi soffrono un po' sulle corsie esterne, ma paradossalmente in avanti è proprio lì che l'Avellino ha punito, in tutti e 3 i gol, la Vis Artena.

Ripresa piatta - Il secondo tempo comincia con ritmi decisamente più bassi rispetto alla prima frazione di gioco, con le due squadre che raramente si avventurano verso la trequarti avversaria, e comunque senza troppi impensierire gli estremi difensori. I biancoverdi provano a far male con qualche ripartenza, ma è soprattutto la Vis Artena a tentare di offendere, con diversi cross che però non vanno a buon fine.
Graziani, con il risultato sotto controllo, al 71' cambia modulo, passando al 4-3-1-2, avendo così più copertura a centrocampo, grazie all'ingresso di Acampora al posto di Ciotola.
A un quarto d'ora dalla fine De Vena tenta l'eurogol: tiro da centrocampo che stava per insaccarsi in rete, ma il secondo portiere Florio (appena subentrato a Sabelli) non si fa sorprendere e respinge in corner.
Allo scadere i biancoverdi potrebbero calare il poker: velenosa palla persa dalla Vis Artena sulla propria trequarti, Matute velocemente serve De Vena che però sbaglia il controllo e sciupa l'occasione.
La partita finisce senza altre emozioni, con due squadre che sembrano aver acettato il risultato del primo tempo e quasi camminato durante il resto della gara.

I biancoverdi ritrovano la vittoria e i gol, ritornando al 4-4-2. Un ritorno alle origini sarĂ  la strada giusta per tornare ad ottenere una serie di risultati positivi?

TABELLINO
MARCATORI: Costantini 5' (Vis Artena); De Vena 9' (Avellino); AG Montesi 13' (Avellino); Ciotola 42' (Avellino);
FORMAZIONI:
AVELLINO (4-4-2): Lagomarsini, Patrignani, Morero, Capitanio, Parisi; Tribuzzi (Buono 79'), Gerbaudo (92'), Matute, Carbonelli (Tompte 60'); Ciotola (Acampora 71'), De Vena (Pisano 90')
A disposizione: Pizzella, Mentana, Tompte, Nocerino, Dondoni.
Allenatore: Archimede Graziani
VIS ARTENA (4-3-3): Sabelli (Florio 72'), Marianelli, Montesi (Pompei 56'), Costantini, Tarantino, Binaco (Basilico 77'), Pagliaroli, Palombi, Persichini, Pannella, Austoni (Cesterone 72')
A disposizione: Cristini, Gatta, Sabelli, Di Curzio, Minucci.
Allenatore: Francesco Punzi
AMMONIZONI:
Avellino: Carbonelli 36'
Vis Artena: 

Ultima modifica ilLunedì, 19 Novembre 2018 09:30

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.