Background ADV
  • Domenica 24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 05:49

Avellino Amarcord: un eurogol di Stroppa ferma il Palermo di Toni

L’8 febbraio 2004, un gol da quasi centrocampo regala ai biancoverdi allenati da Zeman un punto al Barbera

Avellino Amarcord: un eurogol di Stroppa ferma il Palermo di Toni

Una giornata per certi versi storica, visto come si concluse quel campionato del Palermo e visto il futuro che di lì a poco avrebbe avuto il suo bomber, Luca Toni (che quell'anno, tra l'altro, vinse la classifica marcatori con 30 reti). E' l'8 febbraio del 2004, e al Barbera si gioca Palermo-Avellino. I rosanero sono seri candidati alla promozione diretta, mentre i biancoverdi allenati da Zdenek Zeman vanno a corrente alternata e lottano per non retrocedere.

E' la prima sfida per Guidolin al Barbera, e dĂ  subito un'impronta aggressiva alla sua squadra. In otto minuti il Palermo sfiora due volte la rete del vantaggio: prima con un gran tiro da fuori di Di Donato che termina di poco alto, poi ci riprova Jeda ma la sfera anche in questo caso va di poco fuori. Poco dopo inizia a farsi vedere il bomber dei padroni di casa: Luca Toni, futuro campione del mondo appena due anni e mezzo dopo, viene servito bene al centro dell'area da Filippini ma la sua conclusione è prontamente respinta da Cecere.

Dopo tantissime occasioni, arriva il gol del vantaggio per il Palermo: Nastase dalla sinistra crossa per Toni che spizza di testa e buca Cecere. Al termine della prima frazione di gioco i rosanero sono sull'1-0, vantaggio minimo viste le tante occasioni da gol create.

Nella ripresa la partita si fa piĂą divertente con occasioni da entrambe le parti, e al 25' arriva il gol del pareggio. Stroppa prende palla poco dopo il cerchio di centrocampo, prova un pallonetto di mezzo esterno destro di controbalzo, palla che sbatte sul palo e si insacca in rete: un vero eurogol che regala un punto importantissimo in uno stadio complicato alla squadra di Zeman.

Punto che alla fine si rivelerĂ  utile al Palermo che vincerĂ  quel campionato andando in Serie A. L'Avellino, invece, finirĂ  nei bassifondi della classifica (penultimo per la precisione) retrocedendo in Serie C1.

TABELLINO
MARCATORI:
Palermo: Toni 42'
Avellino: Stroppa 69'

AMMONITI:
Palermo: Nastese
Avellino: Ferraresi, Nocerino

PALERMO (4-2-3-1): Berti, Ferri, Conteh, Nastase, Grosso, Mutarelli (78' Gasbarroni), Corini, E. Filippini (78' Vasari), Di Donato, Jeda, Toni
A disposizione: Santoni, Accardi, Pepe, Biava, Soligo
Allenatore: Francesco Guidolin.

AVELLINO (4-3-3): Cecere, Carnevali, Puleo, Contini, Moretti, Capparella (Manca 60'), Ferraresi, Nocerino, Tisci (Stroppa 60'), Sorrentino, Kutuzov
A disposizione: Anania, Alfano, D' Andrea, Bagaglini
Allenatore: Zdenek Zeman
ARBITRO: Brighi

Ecco il video del bellissimo gol di Stroppa al Barbera.

Ultima modifica ilVenerdì, 08 Febbraio 2019 18:08

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.