Background ADV
  • Domenica 24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 06:45

L’Avellino riapre il campionato: cade l'imbattibilità del Lanusei

I biancoverdi soffrono ma con un immenso Viscovo avvicinano la vetta

  • di Federico Spinelli
  • 0 commenti
L’Avellino riapre il campionato: cade l'imbattibilità del Lanusei

Lanusei - Avellino: 0-2 (31' rig. De Vena; 85' Tribuzzi) 

Una partita che doveva regalare grandi emozioni, e così è stato. Partita brutta per ciò che concerne il gioco ma che ha regalato fiammate davvero entusiasmanti. I biancoverdi soffrono ma vanno in vantaggio per 2 reti. Prima e dopo il portiere irpino Viscovo salva letteralmente la squadra, parando anche un calcio di rigore al 90' e con ben 5 minuti da giocare. Un salvataggio fondamentale per non far riaprire la gara.
De Vena non delude – La gara inizia subito male per l'Avellino: capitano Morero dopo appena 90 secondi accusa un forte dolore alla coscia che lo costringe ad abbandonare il campo, venendo sostituito da Capitanio.
Al sesto minuto incredibile errore di Tribuzzi: bellissimo passaggio di De Vena in verticale con la difesa del Lanusei piazzata malissimo, il classe 98 si trova a tu per tu col portiere ma gli tira incredibilmente addosso.
Non sono da meno i padroni di casa, con Bernardotto che sfrutta un erroraccio di Dondoni presentandosi da solo davanti a Viscovo ma la sua conclusione coglie il palo esterno.
Passano un paio di minuti e il Lanusei colpisce un altro palo: ancora Bernardotto prende palla sulla destra, salta un uomo rientrando sul sinistro e conclude colpendo però il legno.
Per l'Avellino è la gara della vita, ma è il Lanusei che dopo 15 minuti sta schiacciando i biancoverdi nella propria metà campo.
La squadra di Bucaro non riesce ad uscire dal pressing del Lanusei e così i sardi rischiano nuovamente di andare in vantaggio: conclusione di con Viscovo che di piede respinge miracolosamente.
Alla mezz'ora però la svolta della gara per l'Avellino: tiro da lontano di Di Paolantonio, deviazione di mano di Congiu in area e calcio di rigore in favore dei biancoverdi. De Vena dal dischetto spiazza La Gorga e si porta in vantaggio.
Il primo tempo scivola verso la fine senza altre emozioni: le due squadre sentono molto, troppo la partita ed è tangibile nel (non) gioco espresso fino ad ora.

Viscovo eroe – La ripresa inizia con ritmi abbastanza blandi e con il Lanusei che fa fatica ad uscire, forse con ancora il gol subito da digerire.
Finisce molto presto (come prevedibile) il debutto di Luis Alfageme, che all'ottavo minuto lascia il campo per far posto a Gerbaudo.
Pochi minuti dopo doppia occasionissima per il Lanusei: mischia nell'area biancoverde, conclusione di un giocatore sardo che viene miracolosamente deviato sulla linea in corner. E proprio sugli sviluppi di quel calcio d'angolo colpo di testa pericolosissimo di Congiu il cui tiro finisce veramente di pochissimo.
Per un Alfageme che esce presto, un Carbonelli che torna a giocare dopo tanto tempo, subentrando al posto di un Buono troppo lento e macchinoso.
Il Lanusei prova in maniera confusa e nervosa ad avanzare, i biancoverdi dal canto loro tengono bene e provano a ripartire ma senza pungere.
Ma i sardi col passare dei minuti aumentano il pressing e sfiorano ancora il gol: sempre Bernardotto si ritrova davanti a Viscovo e prova il destro ad incrociare, ma anche questa volta il giovane portiere biancoverde respinge col piede e salva la sua squadra.
Al 37' si fa rivedere l'Avellino in avanti: cross in mezzo dalla sinistra respinto fuori area dalla retroguardia del Lanusei, sulla palla si fionda Carbonelli che prova una buona conclusione dalla distanza ma che termina alta.
A 5 minuti dalla fine proprio i biancoverdi sembrano chiudere la partita: De Vena prova a imbeccare Tribuzzi in velocità, viene anticipato dal portiere del Lanusei La Gorga che però inciampa sul pallone e cade regalando la sfera al laterale irpino che a porta sguarnita non sbaglia. Per lui ottavo gol in campionato.
Proprio al 45' minuto però clamorosa ingenuità di Parisi: mano del terzino dell'Avellino in area e calcio di rigore per il Lanusei. Dagli 11 metri va Floris che si fa però ipnotizzare da Viscovo: il portiere biancoverde è il vero eroe di giornata con almeno tre interventi fondamentali.
TABELLINO:

MARCATORI:
Lanusei: /
Avellino: De Vena (Rig.) 31', Tribuzzi 85'

AMMONITI:
Lanusei: Congiu 30'
Avellino: Da Dalt 44', Matute 90'

FORMAZIONI:
Lanusei: La Gorga, Kovadio, Carta, Nannini, Congiu, Esposito, Sicari, Demontis, Bernardotto, Ladu, Quatrana (Chiumarulo 73')
A disposizione: Chingari, Bonu, Righetti, Girasole, Tenkorang, Likaxhiu, Mastromarino, Floris
Allenatore: Aldo Gardini
Avellino: Viscovo, Dionisi, Morero (Capitanio 2'), Dondoni, Parisi, Di Paolantonio (Matute 69'), Buono (Carbonelli 64'), Da Dalt (Ciotola 85'), Tribuzzi, De Vena, Alfageme (Gerbaudo 53')
A disposizione: Lagomarsino, Betti, Omohonria, Mentana
Allenatore: Giovanni Bucaro

TERNA ARBITRALE:
Arbitro: Antonino Costanza di Agrigento
Assistenti: Simone De Nardi di Conegliano; Michele Collavo di Treviso

Ultima modifica ilSabato, 09 Febbraio 2019 20:23

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.