Background ADV
  • Venerdì 26 Aprile 2019 - Aggiornato alle 05:41

Di Paolantonio: “Crediamoci, non vediamo l’ora di giocare”

La sosta (troppo) lunga e il futuro: parla Alessandro Di Paolantonio

  • di Federico Spinelli
  • 0 commenti
Di Paolantonio: “Crediamoci, non vediamo l’ora di giocare”

Sabato l'Avellino ha giocato un'amichevole al Partenio Lombardi contro la Primavera del Frosinone. Una vittoria mai messa in dubbio, ottenuta per 5-0, e tra i marcatori va segnalato Alessandro Di Paolantonio, che ha siglato al 70' un rigore perfetto.

Proprio Di Paolantonio si è concesso ai giornalisti per analizzare l'amichevole, il momento in casa Avellino e il nuovo rinvio della partita con l'Aprilia.

Si parte proprio da quest'ultimo punto: "Dopo il buon periodo che abbiamo avuto volevamo giocare subito. La cosa positiva è che abbiamo recuperato qualche acciaccato in questo periodo: ci faremo trovare pronti. Avremo tre partite in una settimana, ma non è un problema: abbiamo tanta voglia di giocare, ci siamo riposati anche troppo in questi giorni".

Un Avellino che prima della sosta aveva completamente cambiato (e migliorato) il proprio approccio alle gare: "Adesso non possiamo più regalare i primi tempi come abbiamo fatto 3 o 4 volte. Se sbagli l'approccio alla partita poi le altre squadre si chiudono e diventa ancora più difficile segnare. Dobbiamo attaccare dal primo minuto, far capire che noi siamo l'Avellino e che dobbiamo vincerle tutte. Crediamo ancora tantissimo nella vittoria del campionato, e dobbiamo farlo perché siamo in una piazza in cui non sono contemplati secondi, terzi o altri posti. Siamo in una piazza con tanta storia, c'è un grande pubblico e dobbiamo fare quello per cui siamo stati chiamati: vincere il campionato".

Ormai mister Bucaro sembra puntare deciso sul 4-2-4 nonché sugli stessi uomini, tra cui lo stesso Di Paolantonio: "Mi trovo bene con Matute nel centrocampo a due, ci completiamo, ma posso giocare anche nel 4-3-3. Non solo Matute, gioco bene anche con Gerbaudo e con Buono. Siamo tutti ottimi centrocampisti, ma ora non è importante chi gioca perché sono tutte partite fondamentali e chi è chiamato in causa deve dare il 100% per portare i tre punti. Con questo modulo le partite stanno andando bene, poi avendo tanti esterni riusciamo ad arrivare più facilmente in attacco. Col 4-3-3 siamo più coperti, ma può essere un modulo da adottare a partita in corso".

Spesso Di Paolantonio prova la conclusione da fuori, nell'amichevole si è tolto lo sfizio di segnare un rigore. Quello di migliorare il proprio score può essere un obiettivo?: "Come ho ripetuto settimane fa, ora conta buttarla dentro, non conta chi lo fa. Io ci proverò sempre, ma l'importante è che qualcuno segni perché non possiamo più sbagliare".
Anche in un'amichevole di sabato pomeriggio come quella col Frosinone Primavera non è mancato l'appoggio del pubblico: "Avellino è una piazza importante, i tifosi ci fanno sempre sentire il loro sostegno sia in casa che fuori. Il loro appoggio sarà fondamentale, in ogni partita fino a fine campionato dovranno spingerci a vincere".

Possibile proseguire il futuro insieme per Di Paolantonio e l'Avellino? Il giocatore glissa: "Penso al presente, a fare bene e a vincere questo campionato. Se poi così non fosse, la società deciderà il mio futuro. Io qui mi trovo molto bene e spero di continuare con questi colori".

Ultima modifica ilLunedì, 18 Marzo 2019 17:55

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.