mercoledì 30 luglio 2014 | Imposta come Homepage | Aggiungi ai preferiti | Facebook
Calcio - Carpi-Avellino 0-0. I lupi fanno tremare gli emiliani
* zigoni* L’Avellino riesce a conquistare un punto a Reggio Emilia fermando il Carpi sullo 0-0. Buona gara da parte dei lupi che affrontano a testa alta il miglior attacco del girone concedendo poco o nulla agli avversari. Come annunciato alla vigilia della gara, Bucaro manda in campo una squadra molto giovane. Esordio assoluto per Izzo che prende il posto di Puleo. La fascia destra, orfana di Herrera, viene occupata da M.Ricci. Maglia da titolare anche per Malaccari.

La prima conclusione della gara la fa registrare il Carpi dopo due minuti di gioco. Memushaj tenta l’incursione in area, ma la sua mira è alta.
Carpi molto attivo nei primi minuti iniziali. Di nuovo Memushaj ci riprova, ma anche questa volta la mira non è delle migliori.
Al 5’ l’Avellino si presenta dalle parti di Mandrelli con De Angelis ben servito da Ricci. La sua conclusione viene respinta dal portiere di casa.
Primo quarto d’ora di gioco molto vivace con l’Avellino che conquista quattro calci d’angolo nel giro di pochi minuti, ma non riesce a sfruttarli. Il Carpi riparte in velocità appena ne ha l’occasione, ma l’Avellino è riuscito a spegnere subito l’intraprendenza iniziale dei padroni di casa.
Biancoverdi di nuovo in attacco al 20’. De Angelis e Ricci lavorano una bella palla per D’Angelo che conclude a colpo sicuro e trova la deviazione in angolo. Sugli sviluppi, Zigoni, in mischia, spedisce la palla in rete, ma l’arbitro annulla perché ravvisa una carica dello stesso attaccante sul portiere Mandrelli.
L’Avellino spinge molto e al 30’ costruisce l’azione da gol più pericolosa della partita. Zigoni riceve una palla d’oro in area. Mandrelli prova a chiudere lo specchio con l’attaccante che cerca l’incrocio senza riuscirci.
Passano cinque minuti e di nuovo Zigoni si rende pericoloso. Dopo aver vinto la gara di sportellate con Terigi, prova la conclusione dal limite dell’area senza riuscire ad impensierire Mandrelli.
I biancorossi non riescono a superare il muro tirato su da Izzo e Cardinale con Fumagalli che ringrazia e assiste alla gara da spettatore non pagante.
Il primo tempo termina a reti bianche. Il Carpi, dopo un inizio ad alti livelli, ha perso il controllo del gioco complice un Avellino per nulla intimorito dall’avversario.

Nessun cambio nella ripresa. Il Carpi riparte forte come fatto a inizio gara e ci prova subito Terigi con un tiro potente dalla distanza che non inquadra lo specchio. Passano due minuti e Boniperti piazza un diagonale insidioso che costringe Fumagalli al suo primo intervento della gara. I biancorossi sembrano lontani parenti di quelli visti nel primo tempo anche se l’Avellino prova subito a tenerli a bada e al 18’ sfiora il gol con Cardinale di testa. Sul ribaltamento di fronte Fumagalli compie il secondo miracolo della gara rovinando i sogni di gloria a Memushaj che si era presentato solo davanti al porterione irpino.
Al 25’ Bucaro cerca di dare una scossa ai suoi che non riescono ad esprimere il buon gioco fatto vedere nel primo tempo. Esce De Angelis per fare posto a Thiam, mattatore della sfida d’andata. Al 30’ si rivede in campo anche De Gol.
Ultimi minuti di gara abbastanza confusi anche se l’Avellino si fa vedere in avanti con Ricci e Malaccari che costringono la difesa di casa a degli interventi disperati. Ci provano anche i padroni di casa con Pasciuti da buona posizione. Per fortuna di Fumagalli, il giocatore colpisce male la sfera.
L’ultimo brivido della gara lo regala il Carpi che cerca di sfruttare un calcio d’angolo concesso a trenta secondi dalla fine, ma Fumagalli fa buona guardia e consente ai biancoverdi di conquistare il primo punto esterno dell’anno dopo una serie di sconfitte lontano dalle mura amiche. Un pareggio che serve a poco alla classifica di entrambe le squadre, ma vale molto per il morale dell’Avellino. Ferma dal 5 febbraio a causa della neve, si è ben comportata contro la terza squadra del campionato.

Carpi (4-4-2): Mandrelli; Poli, Terigi, De Paola, Laurini; Pasciuti, Memushaj, Sogus (17'st Perulli), Boniperti; Ferretti (45'st Kabine), Eusepi.
A disp.: Bastianoni, Donnarumma, Scialpi, Lollini, Perini, Perulli, Kabine.
All.:E.Notaristefano

Avellino 4-3-3: Fumagalli; Pezzella (30'st De Gol), Cardinale, Izzo, Zappacosta; Arcuri, Malaccari, D’Angelo; M.Ricci (43'st Zammuto), Zigoni, De Angelis (25'st Thiam).
A disp.: Fortunato, Zammuto, Puleo, De Gol, R.Ricci, Capua, Thiam
All.: G.Bucaro

Amm.: Pasciuti (C), Sogus (C), Arcuri (A), Pezzella (A), Boniperti (C), De Paola (C)
Angoli: 5-6
Arbitro: Stefano Giovani di Grosseto coadiuvato dai sigg. Simone Sgheiz di Como e Antonio Pignone di Empoli

Marco Imbimbo
(sabato 25 febbraio 2012 alle 16.35)
Muretto Comunication S.r.l.
© 2011 ilCiriaco. All Rights Reserved.   --- Gerenza ---

Tel: 08251912551 Tel&Fax: 08251912594 Mail: redazione@ilciriaco.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non puo' in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di Il Ciriaco.it e' vietata!