Background ADV
  • Venerdì 22 Marzo 2019 - Aggiornato alle 06:55

Articoli filtrati per data: Domenica, 27 Agosto 2017 - Il Ciriaco

A Montemiletto tutto pronto per l’assalto al Castello

Manca poco alla III edizione di "Siqua Fata Sinant", rievocazione storica dell'assalto al "Castello della Leonessa" compiuto da Algiasio Tocco nel 1419 per riconquistare l'antico feudo. Per il terzo anno consecutivo grazie all'impegno dei giovani della Pro Loco Mons Militum, guidata dal Presidente Florindo Garofalo, il 26 e 27 agosto 2017 a Montemiletto sarĂ  protagonista la storia.
Torce, stendardi, sbandieratori, falchi, per due giorni animeranno il centro storico di Montemiletto ricreando un'atmosfera medievale.
Tanti i gruppi e gli artisti coinvolti: Filangieri di Cava dei Tirreni (archibugieri), Antonio Cambio (Museo delle torture), Vincenzo Cannarante (Mangiafuoco e fachiro) , Giullari di Spade (musici), solo per citarne alcuni.
Ad aprire la kermesse, sabato pomeriggio, alle 18.30, il Palio dei Tocco – Torneo degli arcieri delle contrade, per poi proseguire con gli spettacoli itineranti di artisti di strada e musici e l'apertura degli stand enogastronomici.
L'appuntamento con le truppe di Algiasio di Tocco per l'"Assalto al Castello della Leonessa", sicuramente uno dei momenti più suggestivi dell'evento, è in piazza IV Novembre alle ore 23.00, sabato 26 agosto.
Nella giornata di domenica inoltre il programma prevede anche numerosi appuntamenti per famiglie e bambini. Spazio quindi ai giochi medievali con il torneo della dama vivente; e ancora la sfilata della corte dei Tocco per tutto il borgo; l'investitura cavalieri da parte di Algiasio Tocco; gli spettacoli dei falconieri e degli sbandieratori.
La due giorni dedicata alla storia è organizzata e promossa dalla Pro Loco Mons Militum con il patrocinio del Comune di Montemiletto e della Provincia di Avellino e la collaborazione dell'Associazione Siqua Fata Sinant, l'Oratorio Giovanni Paolo II, I Lions Mons Militum, gli arcieri di Montemiletto e Capodichino, l'Anpas e l'UNPLI.

Corteo storico andrettese: raduno e concerto ai piedi del Monte Airola

Nell'ambito del progetto Corteo Storico Andrettese 2017 - IX edizione Il Viaggio dell'Imperiale nel XX Secolo, domenica 27 agosto alle 17,00, insieme al Forum Giovanile di Andretta, raduno ai piedi del Monte Airola , al Santuario all'aperto in onore della Vergine Maria, che Don Leone,di cui ricorre quest'anno il ventennale della morte, realizzò con il contributo dei cittadini andrettesi, bonificando un'area in cui era ubicata una discarica ai piedi del monte Airola.

PiĂą tardi, tutti al Belvedere Airola, dove alle 21,00 si esibiranno i Baccanali's Grande Sud, progetto musicale nato in Irpinia da musicisti appassionati della musica popolare del sud Italia, il cui repertorio va dalla Tarantella di Montemarano alla pizzica salentina, alla tammurriata con sonoritĂ  che richiamano quelle balcaniche, riarrangiate in chiave popolare.

Lumina in Castro, “L’amor cortese” il tema della XII edizione della manifestazione

In occasione della XII edizione della manifestazione, l'associazione Pro Lauro, con la collaborazione di Compagnia della Rosa e della Spada, ASD Danze orientali Salerno, Eterea Danze Storiche, Tamburini Castel Lauri, presenta ai visitatori la celebrazione dell'amor cortese nel castello di Lauro.

Incontrerete i protagonisti di quei giorni festosi, tra cui Filippo Massimo Lancellotti, il ricostruttore del castello; la consorte, nobildonna romana donna Elisabetta Aldobrandini; e poi guardie, servi, popolani...
Infrangete la barriera del tempo e raggiungeteci, in quella dimensione onirica e emozionante in cui passato, presente e futuro, realtĂ  e fantasia, si fondono e coesistono armoniosamente: raggiungeteci a Lumina in Castro. Raggiungeteci... alla corte dei Lancellotti!

Programma della manifestazione:
Venerdì 25 Agosto 2017:
- Ore 19:00 : Corteo Storico con partenza da Piazza Marco Biagi
- Ore 20.30: Inizio spettacoli nel Primo Cortile con l' Armata di San Sebastiano a cura di Compagnia della Rosa e della Spada, ASD Danze orientali Salerno, Tamburini Castel Lauri; CĂ rola, salterello e laccio d'amore; balli medievali a cura di Eterea Danze Storiche;
- Ore 20:30: Gastronomia in Piazza Castello a cura di I.P.S.S.E.O.A. Marzano di Nola
- Ore 20.30: Inizio delle visite guidate agli ambienti nobiliari del Secondo Cortile "L'amor cortese"
Sabato 26 Agosto 2017:
- Ore 20.30: Inizio spettacoli nel Primo Cortile con l' Armata di San Sebastiano a cura di Compagnia della Rosa e della Spada, ASD Danze orientali Salerno, Tamburini Castel Lauri; CĂ rola, salterello e laccio d'amore; balli medievali a cura di Eterea Danze Storiche;
- Ore 20:30: Gastronomia in Piazza Castello a cura di I.P.S.S.E.O.A. Marzano di Nola
- Ore 20.30: Inizio delle visite guidate agli ambienti nobiliari del Secondo Cortile "L'amor cortese"
Domenica 27 Agosto 2017:
- Ore 20.30: Inizio spettacoli nel Primo Cortile con l' Armata di San Sebastiano a cura di Compagnia della Rosa e della Spada, ASD Danze orientali Salerno, Tamburini Castel Lauri; CĂ rola, salterello e laccio d'amore; balli medievali a cura di Eterea Danze Storiche;
- Ore 20:30: Gastronomia in Piazza Castello a cura di I.P.S.S.E.O.A. Marzano di Nola
- Ore 20.30: Inizio delle visite guidate agli ambienti nobiliari del Secondo Cortile "L'amor cortese"
Costo Ingressi:
Ingresso visite sceneggiate nel secondo cortile "L'amor cortese" di Venerdì 25, Sabato 26 e Domenica 27 agosto : 5 Euro
Ingresso Primo Cortile di Venerdì 25, Sabato 26 Domenica 27 agosto: Gratuito
(Ricordiamo che la manifestazione si tiene anche in caso di pioggia e condizioni climatiche avverse)

Contatti Tel: 327 45 74 630 - 338 46 19 891 - E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Web: www.prolauro.it

La storia e le particolaritĂ  della XII edizione di Lumina
La storia della manifestazione.
Con la XII edizione di Lumina in castro, la ricostruzione del castello Lancellotti di Lauro, iniziata a partire dal 1870 e resasi necessaria dopo il disastroso incendio appiccato dalle truppe francesi nell'aprile del 1799, è ormai quasi completata. Siamo nel corso del 1872, quando il Principe Don Filippo Massimo Lancellotti decise di riaprire, nell'occasione della festa di San Sebastiano (patrono di Lauro), le porte del castello alla cittadinanza, per festeggiarne l'avvenuta ricostruzione.
"Siamo in uno di quei giorni di festa dell'agosto 1872. Il principe Filippo Massimo Lancellotti e sua moglie, la Principessa Elisabetta Aldobrandini abitano nel Castello e festeggiano, in stile medievale, la promessa di nozze dei loro favoriti, marchese Riccardo De Marinis e marchesa Angelica Tasso. Un amor cortese d'altri tempi..."
Nell'ultradecennale storia della manifestazione abbiamo provato a far ripercorrere tutta la storia del castello e delle casate che l'hanno posseduto che si indentifica per gran parte in quella di Lauro e del suo vallo. Nel corso della sua storia abbiamo dedicato edizioni della manifestazione ai Longobardi ed ai Normanni, agli Orsini ed ai Pignatelli ed ovviamente ai Lancellotti, fino all'incendio del 1799 e alla ricostruzione del 1870. Oggi, con questa XII edizione si celebra il nuovo sfarzo e la nuova vita del Castello dopo la ricostruzione che, avvenuta attraverso l'ingegno ed l'ineguagliabile gusto di Filippo Massimo Lancellotti, ispirandosi all'eclettismo, diede luogo ad angoli di impronta rinascimentale, con richiami neogotici, e ancora ambienti di impostazione neo romanica, pur non dimenticando l'origine medievale del maniero, e anzi riproponendone i motivi. Quest'anno, non a caso, si è scelto di riportare i visitatori che varcheranno il portone del Castello, in una dimensione tipicamente medievale attraverso una festa di nobiluomini e nobildonne dell'ottocento che si richiama ai valori dell'amor cortese su uno sfondo già naturalmente spettacolare. Grazie a tale indovinatissima realizzazione, curata dal direttore artistico Giulio Manfredi, ci è consentito di mostrare tanta bellezza ai numerosi visitatori, arricchita di spettacoli, di musiche, di danze, di recitazioni in costume e che anche quest'anno porgeremo al nostro vasto ed affezionato pubblico.

I momenti spettacolari
Come nelle precedenti edizioni, Lumina si presenta ricchissima di momenti spettacolari. Essa si aprirà venerdì 25 con il corteo storico che porterà attraverso le strade cittadine personaggi storici ed antichi nobiluomini del posto. Negli ambienti nobiliari del 2° cortile, si svolgerà, grazie all'associazione Pro Lauro e ad Eterea Danze Storiche, la visita guidata con inserti sceneggiati nel corso della quale i visitatori, oltre ad ammirare la superba bellezza degli ambienti nobiliari, potranno immergersi in una vera festa organizzata alla corte dei Lancellotti...in stile medievale!. Nel 1° cortile contestualmente si potrà assistere all'Armata di San Sebastiano messa in scena da la Compagnia della Rosa e della Spada, A.S.D. Danze orientali Salerno, i Tamburini di Castel Lauri. Poi ci saranno le esibizioni di ballo con la Càrola, salterello e laccio d'amore e altre danze medievali a cura di Eterea Danze storiche.

Le altre attrattive

Le proposte per poter passare serate all'insegna dell'intrattenimento, dello svago ma anche della cultura, sono poi completate dalla mostra proposta dagli stand che saranno presenti lungo via salita castello con prodotti artigianali.
Non mancherĂ  anche lo stand gastronomico con specialitĂ  culinarie affidato quest'anno alla bravura di docenti e allievi dell' I.P.S.S.E.O.A di Marzano.

A Castelfranci la Festa dell’Aglianico

Si rinnova anche quest'anno l'appuntamento della 13° edizione della festa dell'Aglianico di Castelfranci, in località Bosco Baiano Basso - località Vecchio Mulino. L'appuntamento è per i giorni 26 e 27 agosto 2017 nello scenario mozzafiato del bosco di Castelfranci dove è ubicato il Mulino restaurato qualche anno fa. L'iniziativa è promossa dall'Associazione Enogastronomica "Gli amici del Casale Baianum" con il patrocinio del Comune di Castelfranci. La kermesse avrà quale protagonista il prodotto principe del borgo l'Aglianico ed il Taurasi di Castelfranci. Ad accompagnare nella suggestiva cornice naturale la degustazione del vino principe in Irpinia, saranno allestiti Stand Enogastronomici con prodotti e piatti tipici castellesi ed irpini, quali la maccaronara. Le due serate saranno allietate, rispettivamente, il giorno 26 dall' orchestra "MELODIA MEDITERRANEA", mentre il giorno 27 dal complesso "ONDE SONORE".
Si prega di dare la massima diffusione.

Sottoscrivi questo feed RSS