Background ADV
  • Lunedì 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:15

Mirabella Eclano: Carabinieri in consiglio comunale, amministrazione a rischio scioglimento

Mirabella Eclano: Carabinieri in consiglio comunale, amministrazione a rischio scioglimento

"Alla vigilia del Consiglio Comunale convocato per il giorno 9 agosto '17 i carabinieri della stazione di Mirabella Eclano, sotto segnalazione del gruppo consiliare Bene Comune guidato dal dott. Antonio Sirignano, intervenivano per accertare l'assenza dei documenti necessari alla discussione dell'adunanza consiliare, verbalizzando che lo stesso consiglio si configurava contro legge.

Tra i vari punti all'ODG compariva l'approvazione assestamento generale di bilancio anno 2017/2020, salvaguardia degli equilibri, dello stato patrimoniale e conto economico, argomento importantissimo e regolamentato dalla legge, e lo stesso equiparato all'approvazione del bilancio di previsione la cui mancata approvazione porta alla procedura prevista dall'art. 141, comma 2, del testo unico n. 267/2000 – SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE.

Intanto solo a poche ore dall'assise arrivano i pareri del Revisore Contabile che non approva le scritture contabili del Comune di Mirabella Eclano ed eccepisce l'assenza di tutti gli atti necessari per
qualsiasi valutazione, sottolineando la non corrispondenza contabile nelle pieghe dello stato patrimoniale e del conto economico.

Così alle ore 20.00 di ieri sera 9 agosto, quel che rimane della maggioranza, guidata dal Sindaco Francesco Antonio Capone, sotto ammonizione dei Carabinieri e della Prefettura di Avellino battono in ritirata senza aver approvato questo importante atto amministrativo, lasciando la comunità nello sgomento e nella preoccupazione che la stessa amministrazione risulti sempre meno capace alla gestione dell'ente Comune. Ora si attende che il Prefetto di Avellino provveda ai passi successivi come per legge, passi che
possono sfociare nello scioglimento del Consiglio Comunale, portando così la Città di nuovo alle urne.

Risultato importante portato a casa dal gruppo consiliare Bene Comune, attento e sempre pronto a vigilare sulla corretta gestione dell'Ente, mentre il Sindaco Francesco Antonio Capone e la sua esile maggioranza avranno molto da lavorare per giustificare questa cosi magra figura."

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.