Background ADV
  • MercoledĂŹ 19 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 04:35

Da Riace a Petruro Irpino: nessuno tocchi l’esperienza Sprar

Da Riace a Petruro Irpino: nessuno tocchi l’esperienza Sprar

I recenti fatti di cronaca, relativi all'arresto del Sindaco di Riace, hanno riproposto dinanzi all'opinione pubblica il tema della qualità delle politiche di integrazione e di accoglienza nel Paese. Il Comune di Petruro Irpino e la CARITAS Diocesana di Benevento, chiamano ad un momento di riflessione: "da piÚ parti in questi giorni è stato messo sotto accusa e sotto attacco il modello dello Sprar.

Intendiamo ribadire con forza che quel modello ha prodotto nella nostra Comunità, e nei Comuni limitrofi nei quali è stato adottato politiche efficaci, relazioni virtuose con il territorio, trasparenza. Per questo manifestiamo preoccupazione verso quei provvedimenti, come il decreto Salvini, che indeboliscono e colpiscono il sistema Sprar, di fatto favorendo una ulteriore proliferazione dei Cas, strutture e modelli che hanno invece manifestato evidenti problematicità. E' necessario invece- si legge in un comunicato congiunto- riaffermare con forza il valore di politiche di integrazione ed accoglienza che hanno dato risultati importanti e significativi. Al sindaco di Riace, Mimmo Lucano, infine, va la nostra solidarietà, insieme alla fiducia rispetto all'operato della Magistratura. Per discutere di questi temi ci ritroveremo venerdÏ 12 ottobre a Petruro irpino in una assemblea pubblica, insieme alla Caritas di Benevento, ad altri Comuni del territorio, ad associazioni, cittadini, per difendere e valorizzare le esperienze di questi anni".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.