Gioia aveva solo quattro anni ed una forza incredibile che l’ha tenuta aggrappata alla vita fino a ieri sera.Il cuore nuovo che prendesse il posto di quello artificiale dopo che il suo aveva deciso di renderle la vita difficile non è arrivato in tempo.

Gioia aveva quattro anni, quasi la metà trascorsa nei letti d’ospedale. La diagnosi è cardiomiopatia, serve un trapianto di cuore. Il calvario inizia nel 2017. Avellino, Napoli, Roma i tre nosocomi che l’hanno ospitata in pochi giorni. Al Bambin Gesù arriva in fin di vita ma lei è forte e i medici la salvano. Dopo un mese è colpita da ischemia, la sensibilità della parte sinistra del corpo è compromessa. Un duro colpo, ma non per Gioia. Dopo qualche mese arriva un’altra mazzata, una emorragia celebrale compromette l’uso della parola alla piccola. Ad un anno dal ricovero i medici dell’ospedale capitolino, da cui la piccola non è mai uscita, optano per sostituirle il cuore impiantandone uno sperimentale in attesa di un cuore idoneo per il trapianto. Intervento rarissimo effettuato solo una volta al mondo. Il piccolo cuoricino artificiale l’ha tenuta in vita per oltre un anno e fino alla serata di ieri. Ha lottato fino all’ultimo e con lei papà Giovanni e mamma Stefania che non l’hanno mai lasciata sola. Tanti manifestazione di affetto in questo lungo calvario per la famiglia Marano. La comunità di Montella dove vive la famiglia è stata sempre al fianco di questa sfortunata famiglia sostenendola emotivamente ed economicamente per le spese sostenute durante la lunga degenza. La storia aveva travalicato i confini regionali, numerosi anche i personaggi famosi alternatisi nel reparto di chirurgia pediatrica dell’ospedale Roma. Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Anna Tatangelo, Luca Argentero, Francesco Totti a Daniele De Rossi tra gli altri hanno portato un sorriso alla piccola di Montella e alla sua famiglia. Oggi Gioia non c’è più. Papà Giovanni e mamma Stefania hanno fatto tutto il possibile per il loro piccolo angelo. A loro le condoglianze della redazione de Il Ciriaco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui