Mentre chi tiene alla Scandone sta ancora digerendo la cocente sconfitta di venerdì contro Pozzuoli, che ha decretato la retrocessione in C dopo quasi quarant’anni, qualcosa sotto il profilo societario si inizia a muovere.

In attesa dell’udienza in cui si discuterà il concordato in bianco accordato dal giudice relatore Pasquale Russolillo, la Scandone ha ufficialmente nominato lo studio Di Franza e Partners quale advisor finanziario. Il compito dello studio sarà quello di provvedere all’espletamento di tutte le operazioni necessarie alla predisposizione del piano concordatario. Il professionista individuato all’interno dello studio è Roberto Di Franza.

La nomina è avvenuta per volere del liquidatore giudiziale Luciano Basile, al momento anche legale rappresentante del club biancoverde.

Lo studio è stato costituito sotto forma di società tra commercialisti ed è specializzato in operazioni sul capitale e operazioni straordinarie, strumenti finanziari e procedure pre-concorsuali e concorsuali. Ad oggi è formato da sette professionisti, con collaborazioni con fondi di private equity di Milano e società di intermediazione finanziaria.

La Scandone, dunque, per arrivare pronta ad un appuntamento decisivo per il proseguimento della sua storia ha deciso di affidarsi ad un partner importante che si occuperà della predisposizione e redazione del piano e della proposta concordataria, unitamente alla predisposizione della transazione fiscale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui