Radunovic 6,5: Il nuovo numero un dell’Avellino riscatta il mezzo errore all’esordio con il Brescia con una parata importante nei minuti di recupero. Tre i tiri nello specchio della porta del Trapani, lui si fa sempre trovare pronto.

Diallo 6: Il senegalese è dotato di grande atleticità e si vede. Nel primo tempo fa vedere anche che ha piedi buoni con un paio di lanci precisi. Prende un altro giallo, il terzo in due partite, per la troppa irruenza in un contrasto, ma la sua prestazione non dispiace

Djimsiti 6 : Il nazionale albanese all’esordio con la maglia biancoverde si dimostra subito all’altezza del compito. Sempre attento, guida la difesa senza alcuna sbavatura, prova anche ad impostare la manovra. Siamo sempre più convinti che il vero colpo di mercato dell’Avellino sia lui

Gonzalez 6 : Meglio rispetto al disastro di Chiavari. Nella difesa a tre non sta proprio a suo agio, ma non sfigura.

Belloni 6: E’ l’unica nota positiva delle tre partite fin qui disputate dall’Avellino. Ha qualità e si vede, peccato sia sacrificato sulla fascia destra, lui che ha un mancino delizioso. Sua la conclusione più pericolosa dell’Avellino. Esce con i crampi.

Gavazzi 5,5: Dopo i 70′ di Chiavari si pensava potesse dare un apporto maggiore. Gli capita l’occasione per puntare la porta ma spara alto, per il resto è abbastanza anonimo

Paghera 5,5 : Toscano lo butta nella mischia al posto di D’Angelo sperando in qualche geometria in più a centrocampo, che purtroppo manca. E’ reduce da un lungo infortunio, tornerà utile durante la stagione

Lasik 5: Sono tre partite che vaga in mezzo al campo. Qualcuno gli trovi la posizione giusta altrimenti rischia di perdersi

Crecco 5,5 :  Presidia la fascia senza grandi spunti ed è attento alla fase difensiva. All’esordio in campionato deve conoscere meglio i nuovi compagni

Castaldo 5,5: L’impegno c’è come al solito, ma se la squadra non segna gli attaccanti hanno sempre le loro responsabilità. Assistito male, deve crescere anche l’intesa con il compagno di reparto

Ardemagni 5: Resta in campo 90 minuti ma si fa vedere solo nel recupero. Alla prima partita in biancoverde si nota la mancanza di intesa con il compagno di reparto e senza un centrocampo ad assisterlo è davvero dura.

Omeonga 5: Gli opinionisti parlano di un calciatore dalle grandi prospettive, di squadre della massima serie interessate a lui. Ha avuto altri 35 minuti a disposizione, ha toccato un solo pallone sbagliando un passaggio. E’ giovane e crescerà sicuramente ma la serie B al momento gli sta molto larga.

Verde 5,5: Come al solito entra e mette un po’ di pepe alla partita. Toscano lo inserisce mezzala a destra dove lo ha provato in settimana limitandone il raggio di azione in avanti. Meriterebbe una chance in attacco o almeno dietro le punte

Soumarè 5: Belloni ha i crampi e Toscano è “costretto” ad inserirlo perché in quel ruolo non ha nessuno in attesa dell’infortunato Molina. La società non è riuscito a cederlo, Momo fa di tutto per non smentirela e regala un pallone agli avversari che mette in difficoltà la difesa

TOSCANO 5 :  Sette cambi rispetto alla partita con l’Entella, mette dentro giocatori acciaccati ma di esperienza (Gavazzi e Paghera) sperando che il centrocampo salga di qualità. Niente da fare. Inserisce Verde a partita iniziata ma in una posizione che lo penalizza. ZERO tiri nello specchio della porta contro il Trapani la dicono tutta. Dice che il gruppo deve crescere e trovare il feeling giusto, ma il gioco? Il cambio di modulo alla vigilia dell’inizio del campionato, forse, non è stata proprio un scelta saggia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui