Il teatro irpino è pronto a ripartire. Dopo il forzato stop a causa della pandemia, ecco che i protagonisti del mondo teatrale sono pronti a tornare in pista, ed in una nuova formazione. Il Consorzio Teatro Irpino, infatti, si è svelato quest’oggi nelle sale del Cinema Teatro Partenio, dando inizio ad una sinergia che unirà più realtà sul territorio. Per l’occasione Il Teatro D’Europa, il Teatro 99 Posti e proprio il Cinema Teatro Partenio, hanno presentato le loro stagioni 2021/2022.

Luigi Frasca, direttore artistico del Teatro d’Europa, uno dei due teatri fondatori del Consorzio, ha così presentato la nuova stagione.

“Il peggio sembra passato e noi siamo pieni di energia e vogliamo ricominciare. Quest’anno lo faremo in sinergia con gli altri teatri grazie al consorzio, che si pone l’obiettivo di mettere insieme tutte le migliori realtà del territorio. L’offerta formativa sarà straordinaria, dal Teatro d’Europa passando per il Partenio, che presenterà una rassegna di cui mi fregio di essere direttore artistico che si intitola Enodrammaturgia, fino al Teatro 99 Posti. L’idea Consorzio Teatro irpino è nata dalla consapevolezza di dover iniziare a fare rete sul territorio. Negli attori, però, vige l’egocentrismo per cui l’impresa non era facile. Unire le forze ed esaltare le potenzialità è diventato però indispensabile per crescere”.

Il Consorzio, comunque, avrà sì il ruolo di aggregare varie eccellenze del territorio, con collaborazioni anche con compagnie di Lioni e Montoro, ma lascerà ampio spazio di manovra ad ognuno dei singoli teatri, ponendo anche le basi per nuove sperimentazioni.

“All’interno del consorzio, ogni teatro ha conservato la sua identità. Il Partenio partirà con l’esperimento del mix tra spettacolo e degustazione vini, mentre il Teatro 99 posti manterrà il filone della drammaturgia moderna; Per il teatro d’Europa, abbiamo diviso in tre sezioni il calendario: prosa, varietà/cabaret e la danza. Mi piace ricordare un’ulteriore iniziativa: l’avanspettacolo. Quando ci fu l’avvento del cinema, gli attori per farsi conoscere tenevano dei piccoli spettacoli prima delle proiezioni. Noi proporremo questo ritorno al passato qui al Partenio”.

L’importanza di fare rete è stata evidenziata anche da Gianni Di Nardo, Presidente Co.C.I.S. e rappresentante del 99 Posti.

“Fare rete per noi Co.C.I.S. non è una novità, ma questa ultima evoluzione è importante: fare rete è decisivo perché così si diventa veramente interlocutori sia verso le istituzioni che per quanto concerne la progettistica teatrale”.

Di Nardo ha anche esposto il cartellone del 99 Posti, sottolineando la dedica speciale a Federico Frasca.

“Il cartellone del 99 posti è completamente dedicato a Federico Frasca, ex direttore artistico e nostro socio oltre che amico, venuto a mancare durante la pandemia. Date le condizioni non siamo mai riusciti a fare una seria commemorazione della figura di Federico, per cui abbiamo strutturato tutta la programmazione coinvolgendo compagnie che lui stesso aveva coinvolto in questi anni. La loro risposta è stata grandiosa, specialmente se si pensa al punto interrogativo legato agli introiti, dato che la capienza completa non è ancora concessa”.

L’ultimo arrivo nel Consorzio è quello del Cinema Teatro Partenio. Lello Pagnotta, titolare della struttura, ci ha tenuto a sottolineare la voglia di tornare al passato e di rilanciare definitivamente un luogo che è da sempre un riferimento per la città.

“Questa nuova avventura che presentiamo oggi è molto stimolante. Qui al Partenio partiremo con una serata nella quale si uniranno il teatro e la degustazione di vini. Questo teatro, costruito da mio nonno, all’inizio era esclusivamente un teatro, il cinema è arrivato solo dopo. Per vent’anni abbiamo fatto teatro qui, per cui mi è sembrato naturale riprendere, specialmente dopo due anni di fermo forzato. Abbiamo anche riadeguato le sale che potranno tornare ai fasti di una volta. È difficile ricordare una Avellino senza il Partenio, per cui questa è stata un’iniziativa che abbiamo immediatamente sposato. La speranza è che ci sia una grossa risposta dal pubblico, da sempre la nostra forza”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui