Dura nostra di protesta della segreteria provinciale di Rifondazione Comunista all’indirizzo del Presidente della Provincia, Domenico Biancardi. Oggetto del contendere la realizzazione del traforo del Partenio che dovrebbe collegare il Baianese con la Valle Caudina. «Biancardi – si legge nella nota –  aveva promesso l’inaugurazione della “chiave di Montevergine ” di  Mercogliano a luglio corrente. I lavori cominciati due anni fa sono fermi da circa un anno , della “chiave ” sono visibili solo due elementi  che giacciono nel cantiere tra desolazione e abbandono. Oggi insiste sul “traforo del partenio”, noi come Rifondazione Comunista insieme ad altre forze politiche e sociali nel costituire il “comitato no traforo del Monte partenio” abbiamo denunciato l”inutilità del progetto, la pericolosità e l’assenza di analisi credibili che dimostrino la necessità . Biancardi fa propaganda elettorale , infatti e’ previsto il rinnovo delle cariche in seno al Consiglio provinciale che grazie alla scellerata legge “del Rio ” le cittadine e i cittadini non hanno la possibilità di scegliere poiché permessa solo a chi ricopre cariche istituzionali. Nel frattempo però abbiamo una rete provinciale ferroviaria inutilizzata e ferma all’ottocento , gran parte delle strade di competenza provinciale ridotte a colabrodo e istituti scolastici fatiscenti . Biancardi e i suo subalterni la smettano di giocare sulla pelle della gente . Sappia lui e chi legittima le sue follie che faremo le barricate ,per il bene degli irpini e del territorio», conclude la segreteria del Prc.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui