Riparte oggi in Irpinia la campagna vaccinale di personale scolastico e forze dell’ordine a cui è destinato il vaccino Astrazeneca, sbloccato dall’Ema nella serata di giovedì. Ieri l’appello del Governatore a vaccinarsi senza timore, oggi riaprono i centri dedicati alle categorie individuate per ricevere il siero anglo svedese. Nella giornata di oggi dunque riceveranno la prima dose nel centro vaccinale di Grottaminarda gli agenti di polizia penitenziaria e il personale scolastico, mentre nei centri di Ariano Irpino a Rione Martiri e di Moschiano saranno dirottati docenti e personale Ata. Nei prossimi giorni l’utilizzo di Astrazeneca riprenderà anche in città, ma si attende l’allestimento di altri due box al centro vaccinale del Campo Coni.  Fino a lunedì pomeriggio, quando in tutti i centri vaccinali è arrivato l’ordine di stoppare le operazioni, erano circa 11mila gli appartenenti alle forze dell’ordine e i lavoratori della scuola ad essere stati vaccinati in provincia di Avellino. Nella giornata di ieri sono stati riconvocati, seguendo l’ordine di prenotazione, quanti avrebbero dovuto vaccinarsi in questi giorni di stop. Da recuperare ci sarebbero poco meno di 2500 convocazioni saltate. Intanto è stata aperta la piattaforma regionale dedicata alle adesioni, in via telematica, alle vaccinazioni riservate ai pazienti con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica e dei loro caregiver o conviventi. Mentre non cambia, almeno per il momento, nonostante tutte le criticità riscontrate la modalità di adesione per i cosiddetti pazienti fragili, coloro che soffrono di malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabete, fibrosi cistica, insufficienza renale, malattia epatica, oncologica, trapiantati, HIV. Loro dovranno rivolgersi ai medici di medicina generale che dovranno provvedere alle registrazioni. Prosegue intanto la vaccinazione degli over 80 a cui è destinato il siero prodotto da Pfizer. Per gli ultraottantenni irpini che hanno già ricevuto la prima inoculazione è in corso la somministrazione delle seconde dosi. Nella giornata di ieri sono state somministrate 680 dosi nei centri vaccinali di Avellino, Solofra, Cervinara, Altavilla Irpina, Montemarano e venti presso residenze sanitarie.

Mentre per coloro i quali si sono prenotati in un secondo momento, così come per gli over 70 la cui registrazione è ancora in corso, bisognerà attendere l’arrivo di nuove scorte di siero. Al momento infatti la quota a disposizione delle strutture irpine è sufficiente solo a garantire le seconde dosi, nell’intervallo di tempo previsto dal piano vaccinale, per quanti avevano già effettuato la prima iniezione.

 

Qui il link per accedere alla prenotazione del vaccino anti COVID

https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui