Da scoprire sono anche gli vini prodotti da ‘La Casa dell’Orco’: Aglianico Doc, Aglianico Igt, Falanghina, Coda di Volpe Doc, Fiano di Avellino Docg, Fiano Igt, Greco di Tufo Docg e Greco Igt. Estesi su una superficie complessiva di circa 30 ettari, i vigneti si trovano in zone collinari nei comuni di Pratola Serra, Montefalcione, Lapio, Prata P.U., Santa Paolina e Tufo. L’allevamento è a spalliera, il sistema di potatura quello classico del Guyot.

Fiano Casa dell’Orco

La vendemmia viene eseguita a mano, in cassette, secondo il metodo tradizionale. Le uve vengono subito trasportate in cantina e immediatamente vinificate sotto la direzione dell’enologo Massimiliano Musto. Il Fiano Di Avellino Docg è un vino di straordinaria eleganza, armonico, dal sapore di nocciole tostate. Servito alla temperatura di 8-10 °C, si accompagna a piatti di pesce, crostacei e frutti di mare. Coda Di Volpe Doc, ottenuto dall’omonimo vitigno nobile di epoca romana, trova il suo habitat ideale sulle colline dell’Irpinia. Di colore giallo paglierino, ha un profumo assai gradevole, sapore delicato.

Alla temperatura di 8-10 °C si sposa a pietanze di pesce e a carni bianche. L’Aglianico Doc, invece, subisce un invecchiamento di 6-8 mesi in botti di rovere e viene commercializzato solo l’anno successivo alla vendemmia. E’ un vino robusto, che fa storia. Nella terra dei lupi, dove spesso la saggezza parla con i proverbi dei contadini, l’Aglianico della ‘Casa dell’Orco’ è un altro bicchiere contento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui