E’ scattato il cronometro. Meno di ventiquattro ore alla sfida. Domai pomeriggio, alle 15, l’Avellino affronterà il Livorno. Un match che può essere un crocevia, soprattutto, perchèinaugurerà il ciclo di tre match in otto giorni. Da qui i lupi dovranno tracciare il solco per il futuro. I playoff sono alla portata. Il primo step per la corsa agli spareggi arriva domani contro i labronici.

Attilio Tesser, ancora una volta, dovrà fare i conti con la sfortuna. Assente certo Nica, appiedato per un turno dal Giudice Sportivo. Il tecnico di Montebelluna perde anche due pedine fondamentali per il proprio scacchiere. Non ci sarà certamente Castaldo. I problemi al polpaccio sono parsi più gravi del previsto. In fortissimo dubbio c’è la presenza di Frattali. L’ex Cosenza ha rimediato una distorsione alla caviglia. In allarme c’è Offredi. L’estremo difensore bergamasco, potrebbe, esordire per la prima volta con la casacca dei lupi dal primo minuto.

Sugli esterni, Tesser, confermerà la linea vista sabato scorso contro il Vicenza. Pisano è recuperano, mentre sulla fascia sinistra c’è Visconti insidiato dal rientrante Chiosa. Pacchetto centrale confermato che vedrà impegnati Biraschi al fianco di Jidayi. A centrocampo si va verso la riconferma di Arini, schierato sul vertice basso e, Gavazzi sull’interno. E’ corsa due, invece, per la terza casella della mediana. Paghera entra in ballottaggio con D’Angelo. In attacco Mokulu e Tavano rappresentano dei punti fermi, ma non è da escludere il possibile esordio dal primo minuto di Joao Silva. A chiudere il quadro la trequarti. Bastien sembra in pole, ma c’è anche Sbaffo ad insidiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui