Riparte anche la musica in Irpinia dopo la lunga pausa della pandemia, che in verità è stata anche l’occasione per tanti musicisti di lavorare a cose nuove o pubblicare brani ispirati a questo periodo. Il prossimo 1° giugno, infatti, esce “Comodi” il nuovo singolo degli irpini Zeketam, ne parliamo con il frontman Toni Cipriano che ci anticipa qualche dettaglio di questa nuova produzione.

Come e con che tipo di mood nasce questo lavoro post pandemia? 

“Ovviamente da parte nostra, come da parte di tutti del resto c’è grande voglia di ripartire, e cominciamo a farlo a modo nostro, con la MUSICA. La pandemia, ma anche gli anni di esperienza, di crescita e di esperienza nel campo e sul territorio ci hanno reso più realisti e cinici. Così abbiamo scritto questo brano, una canzone che parla, come spesso facciamo, della nostra terra, della nostra gente, di noi, delle nostre storie e di tutto quello che fa da cornice. Ma a differenza del passato, quando, accompagnati dalla giovane età, dalla spensieratezza e da una visione estremamente positiva e fiduciosa, elogiavamo più di tutto le bellezze e i pregi di questa provincia (come in QUANTA MERAVIGLIA), ora, con un po di maturità in più, scriviamo questo brano con un occhio più critico, denunciando metaforicamente la promessa di un cambiamento che vive fondamentalmente delle parole ma poco nei fatti”.

Che tipo di messaggio volete lanciare con la musica, stavolta probabilmente c’è più voglia di ripartire oltre alla consueta preoccupazione per il futuro che accompagna sempre i giovani del Sud?

“Guardandoci intorno ci rendiamo conto sempre più di quanto la nostra sia sempre stata una terra piena di ricchezze e potenzialità ma purtroppo priva di opportunità, con gravi mancanze anche da parte delle istituzioni che dovrebbero garantire un futuro roseo e sicuro ma che invece continuando a rispettare le tradizioni politiche finiscono sistematicamente per agire col solito egoismo, tra luoghi comuni e il mordi e fuggi. Questo sta anche provocando il cosiddetto esodo, di cui tanto si sta parlando ultimamente, da parte delle nuove generazioni che naturalmente non riescono ad intravedere un avvenire radioso. Ma dall’altra parte c’è ancora una fetta di popolazione che, chi per destino chi per scelta ha deciso non abbandonare le proprie origini e credere ancora in una vita appagante a casa propria, soprattutto adesso che, dopo essere stati privati della cosa più importante , LA LIBERTA’, hanno tutti riscoperto i valori che probabilmente si erano un po persi nel tempo. Noi ne siamo l’esempio, un gruppo di ex ragazzi partiti con un progetto ambizioso 11 anni fa, quando avevamo le porte del mondo spalancate e potevamo scegliere qualsiasi strada, ma abbiamo deciso di restare qua, a casa nostra e lavorare nella, con e per la nostra terra. E’ trascorso più di un decennio e il sogno che avevamo, nonostante tutto, è ancora acceso e vivo come allora”.

Che influenze e sonorità ci sono nei brani?

“Il titolo del nuovo singolo è COMODI (una provocazione nei confronti di chi ci governa, di chi ha la possibilità di agire cambiando in meglio le cose, ma resta indifferente e rilassato sulla propria poltrona e tra i propri privilegi). Una totale autoproduzione ZekeTAM in uscita il 1 Giugno. Il video, girato tra studio e posti suggestivi dei nostri paesi, è stato curato dalla Black Diamond Agency di Cervinara Irpina, diretto e ripreso da Fabio Moscatiello. Il pezzo come nostro solito spazia tra vari generi che si incastrano dando vita ad uno stile unico e personale..questa canzone è una miscela di musica etnica, reggae e pop”.

Avete già iniziato a fare programmi per la promozione e le serate in estate? Pensate che riprenderanno i live magari in contesti più “protetti” delle piazze di un tempo?

“Purtroppo non abbiamo programmi per quanto riguarda il settore dei live perché ovviamente è ancora tutto fermo, almeno nei territori di provincia. Ma in ogni caso continuiamo e lavorare e prepararci per farci trovare pronti e in forma nel momento in cui potremo rincontrare il nostro pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui