Fabrizio NIgro - Il Ciriaco
Maria Elena Iaverone
Fabrizio NIgro - Il Ciriaco

“La situazione finanziaria del Comune di Avellino è delicata, ma stiamo rispettando tutte le misure introdotte per il ripianamento dei debiti e le indicazioni venute dalla Corte dei conti. Continuando su questa strada ne usciremo”. L’assessore alla Programmazione economica, Maria Elena Iaverone, guarda con fiducia al futuro dell’ente. Diverse le novità contenute nel documento di assestamento del bilancio preventivo che illustrerà in consiglio comunale.

Iaverone, qual è il quadro che emerge dalla verifica contabile?
“Il bilancio chiude in equilibrio. Oltre a piccoli interventi funzionali, abbiamo cercato di raccogliere le istanze che sono venute dalla città. Pur nella ristrettezza dei fondi daremo risposte sul fronte dei lavori pubblici, dei servizi sociali e della cultura”.

In particolare quali nuovi impegni di spesa sono stati previsti?
“Attraverso l’accensione di un mutuo abbiamo stanziato 550 mila euro per interventi di manutenzione straordinaria per la struttura dell’ex cinema Eliseo. Così sarà possibile completare i lavori di riqualificazione e restituire il complesso alla fruizione dei cittadini. La dotazione finanziaria riservata alla manutenzione delle strade è passata da 500 a 900 mila euro. Una integrazione che ci consentirà di rimettere in sesto le arterie del capoluogo. Per quanto riguarda le politiche sociali i fondi regionali destinati al settore verranno impiegati per servizi all’infanzia e ai diversamente abili”.

L’istituzione del capitolo riservato all’acquisizione del suolo dell’Isochimica viene confermata?
“Sì, certo. Daremo seguito all’ordine del giorno approvato all’unanimità in consiglio comunale con un primo segnale tangibile: l’appostamento di 50 mila euro. Altri 224 mila euro, invece, saranno destinati alla bonifica dell’amianto contenuto nei prefabbricati pesanti di Quattrograna Est”.

Come procede la gestione dei debiti fuori bilancio?
Il fondo di garanzia appositamente istituito per il controllo ed il rientro dei debiti resta lo strumento fondamentale della nostra azione. In questi giorni mi sono occupata innanzitutto del completamento delle procedure delle transazioni avviate. Siamo quasi giunti al termine”.

Quali sono i risultati sul fronte dell’esazione dei tributi e del recupero dell’evasione?
“Abbiamo dovuto rivedere leggermente le previsioni del recupero dell’Ici. Sono risultate un po’ troppo ottimistiche”.

Ha già elaborato una sua strategia di intervento?
“Seguirò sicuramente la linea avviata dal mio predecessore, ma ritengo che si possano introdurre alcuni provvedimenti per ottimizzare i risultati. Mi riservo, però, di portarli a conoscenza direttamente in aula”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui