Franco Festa

“L’atteggiamento guappesco del Sindaco, la sua concezione della Dogana come una questione privata, fanno correre il rischio di innescare una spirale di contrapposizioni, rancori, meschinità, ricorsi, il cui unico risultato certo sarà che la Dogana resterà per sempre nello stato di abbandono in cui si trova”. E’ quanto dichiara Franco Festa, portavoce del comitato “Salviamo la Dogana”.

“Prima che sia troppo tardi – prosegue- è necessario aprire un clima di confronto limpido tra l’amministrazione e tutti i cittadini, il consiglio comunale, gli ordini professionali , gli abitanti del centro storico, il comitato. Abbia il coraggio, Festa, di uscire dalla fotocamera del suo cellulare e di aprire con tutti un dialogo sereno, per spiegare il senso delle sue scelte e la regolarità dei suoi atti. Questo spirito di attenzione, di confronto, di dialogo, è sembrato animare Fuksas, nelle sue prime dichiarazioni. E’ l’unica strada percorribile, perchè solo così si eviterà di condannare a morte il nostro monumento: una condanna che peserà sulla coscienza di tutti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui