Background ADV
  • Lunedì 25 Marzo 2019 - Aggiornato alle 10:30

Rifiuti, Tropeano: l'impianto va fatto e i sindaci siano responsabili, al momento nessuna proposta alternativa a Chianche

Il presidente dell'Ato: la struttura serve su questo non c'è dubbio. Nelle aree industriali di Nusco e San Mango? Nessuna disponibilità

Rifiuti, Tropeano: l'impianto va fatto e i sindaci siano responsabili, al momento nessuna proposta alternativa a Chianche

"Non ho ancora ricevuto alcuna indicazione diversa rispetto a Chianche dai sindaci incontrati fino ad ora. L'impianto deve essere realizzato, siamo giunti al momento delle scelte". Il presidente dell'Ato rifiuti Valentino Tropeano serra i ranghi dopo il giro di consultazioni con gli amministratori locali. Numerosi gli incontri tenuti sul territorio per discutere del ciclo rifiuti ed in particolare della chiusura del trattamento in provincia come stabilito dalla legge regionale. In settimana l'incontro con i sindaci ricorrenti al Tar contro la realizzazione dell'impianto a Chianche dai quali il presidente si aspetta una proposta.

Il capitolo Chianche per l'impianto rifiuti sembrava chiuso e invece nelle ultime ore qualcosa sembra sia cambiato...
"E' giunto il momento di fare chiarezza. Leggo strumentalizzazioni sull'argomento. Ho sempre detto che se c'era l'alternativa a Chianche dovevano essere i sindaci dell'ente d'ambito ad indicarmela. In tutti gli incontri che ho avuto ho notato un approccio molto maturo alla materia ma nessuno ha fatto una proposta alternativa. L'unica disponibilità l'ho avuta proprio dal sindaco di Chianche Carlo Grillo disposto a lasciar perdere il progetto se ci sono altri realtà interessate. Ma al momento ribadisco che non è pervenuta alcuna proposta".

I primi cittadini ricorrenti al Tar affermano che la politica ha fallito...
Da amministratore dico ai primi cittadini di assumersi delle responsabilità. Alcune dichiarazioni di questi giorni mi danno l'impressione che sia iniziata la campagna elettorale per attaccare qualcuno. Incontrerò i sindaci mercoledì, da loro mi aspetto una proposta perché, ribadisco, ad oggi nessuno l'ha fatta. Sono stati già spesi dei soldi per la progettazione, altri sono stanziati per l'impianto e da amministratori non possiamo permetterci di perderli.

La localizzazione di Chianche è ritenuta inadeguata non solo per il danno all'areale del Greco, ma anche per la viabilità e la non conformità con il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale.....
Per quanto riguarda il Ptcp, credo il comune di Chianche abbia già valutato la problematica avendo ricevuto la Via. Se non fosse così chiunque potrebbe appellarsi alla giustizia amministrativa. E non mi sembra il Coordinamento No al Biodigestore abbia fatto ricorso per questo. Sulla viabilità laddove esistono delle criticità possono essere realizzate e risolte. Mentre per quanto riguarda la tutela delle eccellenze, potremmo avere lo stesso problema in ogni zona del territorio. Ma questo, ribadisco, non significa bisogna farlo per forza a Chianche.

In un convegno a Montefusco si era parlato della possibilitĂ  di insediamenti nelle aree industriali di Nusco e San Mango sul Calore....
All'incontro tenuto con gli amministratori a Lioni, dal vicesindaco di Nusco Walter Vigilante non abbiamo ricevuto alcuna indicazione sulla volontà di realizzare un impianto nell'area industriale. Lo stesso dicasi quando abbiamo incontrato gli amministratori della zona di San Mango sul Calore dove vorrei ricordare oltre alla produzione di vino c'è una fabbrica che produce conserve e potrebbe avere le stesse riserve di altre comunità.

Non è possibile l'insediamento in altre aree industriali?
Spesso ho sentito questa proposta ma nessun sindaco l'ha fatta. E se domani qualcuno venisse a proporci Pianodardine? E' chiaro che è una provocazione, ma vorrei portare il ragionamento ad azioni concrete. Siamo chiamati a decidere e dobbiamo farlo al più presto. All'Ato interessa realizzare l'impianto per chiudere il ciclo superando tutti i problemi posti dalle comunità. Però primi di dire che la soluzione Chianche è definitivamente tramontata dobbiamo avere un'alternativa concreta e realizzabile approvata dall'assemblea dei sindaci.

Ultima modifica ilMercoledì, 13 Marzo 2019 10:12

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.