Reflusso gastroesofageo: ecco i cibi da mangiare secondo l’esperto

[ad_1]

Il reflusso gastroesofageo è un disturbo molto comune e causato da un’alimentazione disordinata e da uno stile di vita scorretto. In questo articolo, scoprirai i 5 cibi da mangiare per risolvere il tuo problema. 

1. Banane

Le banane sono un alimento ideale per chi soffre di reflusso gastroesofageo. Sono naturalmente a basso contenuto di acidità e ricche di fibre, che aiutano a regolare la digestione. Inoltre, le banane contengono una sostanza chiamata pectina, che può aiutare a lenire l’irritazione dell’esofago.

2. Melone

Il melone è un’altra scelta eccellente per chi combatte il reflusso gastroesofageo. Contiene molti nutrienti e vitamine, e ha un pH alcalino, il che significa che può aiutare a neutralizzare l’acidità dello stomaco. Inoltre, grazie all’alto contenuto di acqua, il melone può lenire l’irritazione dell’esofago.

3. Zenzero

Lo zenzero è spesso utilizzato per alleviare problemi di stomaco ed è un rimedio naturale efficace per il reflusso gastroesofageo. Ha proprietà antinfiammatorie e può aiutare a ridurre l’infiammazione dell’esofago. Puoi consumare lo zenzero come tè o come spezia per insaporire i tuoi piatti.

4. Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde come spinaci, cavoli e broccoli sono ricche di sostanze nutritive benefiche per la salute. Sono anche a basso contenuto di acidità e contengono molte fibre, che possono favorire una migliore digestione. Scegli sempre verdure fresche e cucinale in modo leggero per preservarne al massimo i benefici.

5. Yogurt

Lo yogurt è un’altra scelta ottima per chi soffre di reflusso gastroesofageo. Contiene batteri benefici per la salute intestinale, come i probiotici, che possono aiutare a migliorare la digestione. Tuttavia, assicurati di scegliere uno yogurt naturale e non aromatizzato, che potrebbe contenere additivi o zuccheri aggiunti.

In conclusione

Se soffri di reflusso gastroesofageo, fare scelte alimentari consapevoli può essere di grande aiuto per alleviare i sintomi. Oltre ai cibi elencati sopra, è importante evitare alimenti fritti, piccanti o grassi, oltre a caffè, alcool e bevande gassate. Se i sintomi persistono, è consigliabile consultare un medico o un dietista per una dieta personalizzata.

[ad_2]

Impostazioni privacy