Un vero e proprio raddoppio di stipendio per questi lavoratori: come funziona

Raddoppio di stipendio in vista per una particolare categoria che a partire dal prossimo anno vedrà crescere di molto la sua busta paga.

Un bel regalo di Natale quest’anno per questi “lavoratori” molto particolari che grazie alla legge di Bilancio del 2022, quella approvata dal governo allora guidato da Mario Draghi, nel 2024 vedranno anche raddoppiare il proprio stipendio.

Stipendi raddoppiato ecco per quali lavoratori
Per alcuni nel 2024 lo stipendio raddoppierà – ilciriaco.it

Si tratta di un segnale in assoluta controtendenza se pensiamo, come ha mostrato il Rapporto Annuale 2023 dell’Istat, che in media i lavoratori italiani guadagnano circa 3.700 euro l’anno in meno della media dei lavoratori europei. E la differenza è ancora maggiore (oltre 8 mila euro in meno) se paragoniamo gli stipendi italiani alla media di quelli tedeschi.

Per ogni dipendente italiano la retribuzione media annua lorda è pari a quasi 27 mila euro, del 12% inferiore alla media Ue e del 23% a quella tedesca. Insomma, c’è poco da stare allegri alla luce poi dei rincari degli ultimi anni.

Stipendi raddoppiati, ecco i “lavoratori” che vedranno crescere la busta paga

Fanno eccezione quelli che, più che lavoratori nel senso comune del termine, sono amministratori della cosa pubblica. Infatti come ha previsto la manovra di Bilancio 2022 dal prossimo anno gli stipendi dei sindaci italiani aumenteranno fino a 14 mila euro al mese.

Ecco per chi raddoppieranno gli stipendi nel 2024
Stipendi più ricchi dal prossimo anno per i sindaci italiani – ilciriaco.it

In alcuni casi praticamente si tratta di un raddoppio di stipendio nel quale lo Stato ha investito 220 milioni di euro all’anno, anche per ovviare al fatto che per quasi vent’anni gli stipendi dei sindaci sono rimasti sostanzialmente gli stessi. Il motivo per cui l’esecutivo ha deciso di aumentare le indennità dei sindaci è di rendere più attrattivo il ruolo di amministratore, specialmente nei comuni più piccoli dove non è raro che siano pochi a candidarsi alle elezioni e talvolta si fatica anche a trovare una sola persona disposta a fare il sindaco.

Il calcolo del nuovo stipendio dei sindaci è specificato sempre nella manovra di Bilancio 2022. Chi amministra una città metropolitana vedrà aumentare lo stipendio secondo una percentuale pari al 100% della retribuzione dei presidenti di Regione. Arriverà a prendere dunque 13.800 euro lordi al mese. Chi governa invece un capoluogo di Regione – o uno di provincia con più di 100mila abitanti – prenderà 11.040 euro di stipendio (80% della retribuzione dei governatori). I sindaci dei capoluoghi di provincia inferiori ai 100mila abitanti arriveranno a 9.660 euro (70%).

Guardando agli altri comuni più piccoli, lo stipendio più alto andrà ai sindaci delle città con oltre 50mila abitanti (6.210 euro al mese, 45%). Ci sono poi i primi cittadini delle città tra 30 e 50mila residenti con 4.830 euro (35%) e i sindaci dei centri tra i 10 e i 30 mila (4.140 euro, 30%). Infine si passa ai sindaci dei centri ancora più piccoli ai quali spetteranno 4.002 euro al mese (29%) per i sindaci dei comuni tra i 5 e i 10mila abitanti, e 3.036 euro (22%) per quelli tra i 3 e i 5 mila. Infine nei paesi che hanno meno di 3mila residenti lo stipendio sarà di 2,208 euro (16%).

Impostazioni privacy