Vite al limite, la battaglia di Shannon non è ancora finita: in lacrime anche Nowzaradan

“Vite al Limite”. La trasmissione in onda su Real Time, segue le vicende di pazienti patologicamente obesi curati dal Dr. Nowzaradan. La storia di Shannon Lowery

Shannon Lowery è una donna di 39 anni proveniente da Tucson, Arizona.  È stata protagonista della decima puntata della nona stagione di “Vite al limite”. Il programma va in onda in Italia sul canale Real Time mentre negli Stati Uniti ha il titolo di “My 600 lb life” per la rete TLC. Vengono mostrate le difficili condizioni in cui versano individui affetti da obesità patologica.

Vite al limite Shannon Lowery
Vite al limite, il celebre chirurgo bariatrico Younan Nowzaradan (Instagram @younannowzaradan) Il ciriaco.it

Ognuno di essi, puntata dopo puntata, viene messo nelle sapienti mani del chirurgo di origine iraniana, Younan Nowzaradan, specialista in medicina bariatrica. Molti dei pazienti riescono a riprendere in mano le redini della propria esistenza; altri, invece, percorrono una strada più accidentata, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Qual è stato il destino di Shannon Lowery? 

“Vite al Limite”: scopriamo che fine ha fatto Shannon Lowery

Shannon Lowery era arrivata a pesare ben 335 kg. Lei stessa ha definito la sua vita come una lotta quotidiana a causa delle sue enormi dimensioni. Ogni azione, anche la più semplice (come lavarsi, andare in bagno e mangiare) costituiva una fatica enorme e un motivo di stress.

Vite al limite Shannon Lowery
Vite al limite, la storia di Shannon Lowery (Screenshot YouTube @TLCUK) Il ciriaco.it

La sua dipendenza da cibo è nata in giovane età in conseguenza di un trauma devastante. La madre la abbandonò quando era solo una bambina. È cresciuta insieme al padre e alla sua nuova moglie. Quest’ultima la trattò come se fosse figlia sua, erano molto legate. Purtroppo il matrimonio non durò. Shannon rimase devastata e percepì la situazione come l’ennesimo abbandono.

Suo padre, Dale, era spesso assente per lavoro. Non si rese conto che Shannon stava sviluppando una dipendenza da cibo che ben presto diventò la sua unica fonte di conforto. E mangiando cacciava via i brutti pensieri e le emozioni negative.

Il dolore che portava dentro la spinse addirittura a tentare il suicidio. Per questo aveva bisogno di controllo e monitoraggio in maniera costante. Ha conosciuto un uomo, Simon, che è diventato suo marito. Lui è diventato con il tempo la sua ancora di salvezza e principale custode. Tuttavia, l’uomo era troppo debole e indulgente con Shannon e le forniva tutto il cibo che chiedeva, senza aiutarla a ritrovare salute e benessere.

La donna ha deciso di farsi visitare dal Dr. Nowzaradan e ha iniziato il suo tumultuoso programma dimagrante della durata di un anno.

Shannon Lowery è stata ricoverata e posta in regime ipocalorico. Il suo percorso è stato più difficile degli altri poiché rallentato dall’esplosione della pandemia da Coronavirus. Ha assunto un personal trainer in una palestra locale e si è attenuta alla dieta per rimettersi in carreggiata.

Vite al limite Shannon Lowery
Vite al limite, il famoso medico iraniano Younan Nowzaradan (Instagram @younannowzaradan) Il ciriaco.it

Sappiamo dalle foto che ha condiviso sui social che ha continuato a perseguire il suo traguardo; pubblica immagini dei suoi pasti salutari e degli allenamenti a cui si sottopone.

Impostazioni privacy