Puoi lavare giacche e cappotti in casa (anche a secco): i soldi per la lavanderia li userai per altro

Se porti sempre i tuoi cappotti e le tue giacche a lavare in lavanderia, sappi che puoi risparmiare questi soldi lavandoli comodamente a casa! Ecco come fare.

I cappotti e le giacche richiedono cure speciali per mantenerli puliti e freschi. Mentre molti di noi pensano di dover ricorrere alla lavanderia per una pulizia efficace, è possibile ottenere risultati sorprendenti direttamente a casa.

come lavare cappotti e giacche
Puoi lavare cappotti e giacche a casa senza spendere per la lavanderia – Ilciriaco.it

Contrariamente alla credenza comune, i cappotti e le giacche non dovrebbero essere lavati solo una volta all’anno. Una buona prassi è igienizzarli almeno un paio di volte a stagione. Tuttavia, la frequenza dipende dal materiale e dall’ambiente in cui si vive.

Se il cappotto è in lana, cashmere o altri tessuti delicati, è consigliabile trattarlo con particolare cura, poiché i lavaggi frequenti potrebbero danneggiarlo. I materiali sintetici come il poliestere o il nylon sono generalmente più resistenti e possono sopportare lavaggi più frequenti. Inoltre, considera le condizioni ambientali. Se vivi in un’area con climi estremi o sei esposto a polvere e sporco, potresti dover lavare il tuo cappotto con maggiore frequenza per mantenerlo pulito e igienizzato. Ma passiamo a vedere come si fa effettivamente a lavare questi capi senza danneggiarli.

Come lavare il cappotto a casa

Parliamo del lavaggio in lavatrice. Se l’etichetta del cappotto lo consente, puoi farlo. Prima di mettere il cappotto in lavatrice, tratta le zone più sporche (come collo e ascelle) con uno smacchiatore delicato e una spazzola morbida. Scegli un ciclo delicato e imposta la temperatura a freddo o al massimo a 30°C.

lavare in lavatrice o a secco
Puoi usare sia la lavatrice che il lavaggio a secco per giacche o cappotti – Ilciriaco.it

Utilizza un detergente specifico per capi delicati e assicurati di separare il cappotto dagli altri indumenti. Un trucco è quello di mettere due palline da tennis nel cestello della lavatrice. Questo aiuterà a districare i tessuti e a migliorare l’efficacia del detersivo. Dopo il lavaggio, asciuga il cappotto all’aria aperta, evitando l’esposizione diretta alla luce solare intensa, che potrebbe sbiadire i colori.

Se il tuo cappotto non è adatto al lavaggio in lavatrice, puoi provare il metodo del lavaggio a secco a casa, utilizzando il borotalco o altri ingredienti comuni. Spargi del borotalco sulle aree più soggette a odore e sudore, come il collo e le ascelle, e sulle macchie evidenti. Lascia agire per alcune ore e poi spazzola via il borotalco con cura.

Puoi anche usare il bicarbonato di sodio. Ti basta mescolarne una parte con acqua o acqua ossigenata per formare una pasta. Applica questa pasta sulle macchie e lascia agire per un po’ prima di sciacquare e asciugare il cappotto all’aria aperta. Se le macchie persistono, prova a tamponarle con un panno imbevuto di una miscela di acqua e aceto bianco. L’aceto bianco è noto per le sue proprietà sbiancanti e disinfettanti.

Seguendo queste semplici tecniche, è possibile mantenere i cappotti e le giacche puliti e freschi direttamente a casa, risparmiando tempo e denaro sulla lavanderia professionale. Ricorda sempre di leggere attentamente le etichette dei capi e di fare delle prove su una piccola area nascosta prima di procedere con il lavaggio completo.

Impostazioni privacy