Con l’assegno di inclusione si possono comprare vestiti o oggetti da regalare? La verità è questa

Le disposizioni per le spese relative all’Assegno di Inclusione sono piuttosto precise. Ecco in che modo può essere utilizzato

L’Assegno di Inclusione ha, in un certo senso, sostituito il tanto contestato Reddito di Cittadinanza. Ma se sulla misura introdotta dal Movimento 5 Stelle avevamo imparato quasi tutto, oggi ancora ci chiediamo come poter utilizzare l’Assegno di Inclusione. Per esempio, si possono comprare vestiti oppure oggetti da regalare? Ecco la risposta.

Assegno di inclusione, utilizzo
Come utilizzare i soldi dell’Assegno di inclusione – (ilciriaco.it)

Si tratta di una importante misura di welfare, che va ad aiutare i cittadini in difficoltà, in un momento in cui l’economia italiana continua a essere in sofferenza. Ecco, allora, come poter utilizzare l’Assegno di inclusione.

Con l’assegno di inclusione si possono comprare vestiti o oggetti da regalare?

Secondo il decreto ministeriale del 27 dicembre 2023, emesso dal Ministero del Lavoro e pubblicato recentemente sulla Gazzetta Ufficiale, si è stabilito che l’Assegno di Inclusione può essere impiegato anche per l’acquisto di abbigliamento, calzature e accessori vari.

Assegno di inclusione, utilizzo
Con l’assegno di inclusione si possono comprare vestiti o oggetti da regalare? – (ilciriaco.it)

Le disposizioni per le spese relative all’Assegno di Inclusione richiamano in gran parte quelle già previste per il Reddito di Cittadinanza. Tuttavia, vi sono distinzioni significative riguardo agli articoli ammissibili per l’acquisto. Per quanto riguarda l’abbigliamento, l’utilizzo della cosiddetta Carta Adi impone alcune restrizioni. Nonostante la mancanza di divieti espliciti su molti tipi di vestiti, accessori e calzature, alcune limitazioni legate alla carta stessa potrebbero limitarne l’utilizzo.

In sintesi, è possibile fare acquisti di abbigliamento con l’Assegno di Inclusione, ma entro certi confini stabiliti dalla normativa. Contrariamente alla percezione comune, non vi sono restrizioni sul prezzo dei capi di abbigliamento acquistabili con l’Assegno di Inclusione. Questo significa che anche capi firmati e costosi possono essere acquistati utilizzando il supporto mensile fornito. Tuttavia, vi sono alcune eccezioni. Ad esempio, tutti i capi di pellicceria sono esclusi dagli acquisti ammissibili. Allo stesso modo, i gioielli, compresi collane e bracciali d’oro, non possono essere acquistati utilizzando l’Assegno di Inclusione.

Oltre agli articoli vietati, la normativa impone alcuni vincoli sull’utilizzo della Carta Adi. È vietato utilizzare la carta per gli acquisti online al fine di evitare che i fondi possano essere indirizzati verso piattaforme di e-commerce. Inoltre, l’Assegno di Inclusione può essere speso solo sul territorio italiano. Quindi, se ci si trova all’estero, non è possibile utilizzare la carta per fare acquisti, inclusi capi di abbigliamento.

È importante sottolineare che, a differenza del Reddito di Cittadinanza, l’Assegno di Inclusione può essere utilizzato esclusivamente per pagamenti a mezzo Pos presso esercizi commerciali in Italia convenzionati con il circuito Mastercard. In conclusione, mentre l’Assegno di Inclusione offre la libertà di acquistare capi di abbigliamento e accessori, vi sono limiti e regole da rispettare, che vanno dalla tipologia di articoli ammissibili agli eventuali vincoli nell’utilizzo della carta.

Impostazioni privacy