Spese condominiali 2024: puoi rifiutarti di pagarle, non farti imbrogliare dall’amministratore

Spese condominiali 2024, ecco come puoi fare per non pagarle. Non devi assolutamente farti imbrogliare dall’amministratore.

Molte persone non amano pagare le spese condominiali, e diciamo la verità spesso sono troppo alte e i servizi che si hanno in cambio non valgono nemmeno la pena: ecco allora come fare per rifiutarsi di pagarle.

ruotassi di pagare il condominio
Spese condominiali 2024: puoi rifiutarti di pagarle-Ilciriaco.it

Le spese condominiali sono sempre da pagare? Quando si è proprietari di un immobile, oltre a tutte le spese che paghiamo ci sono anche quelle condominiali da versare ogni mese. Queste sono ripartite in base ai millesimi e vengono approvate in sede di assemblea. Anche per le spese extra e gli interventi straordinari bisogna sempre chiedere delle riunioni per approvare i pagamenti. In alcuni casi però ci si può rifiutare di pagare le spese: ecco quali sono.

Bilancio condominiale e spese: ecco come fare per non pagare

Ci sono casi in cui le spese condominiali possono non essere pagate? Sì, vediamo quali sono. Quando il bilancio condominiale non viene approvato in assemblea oppure è stato approvato in maniera non regolare, il condomino si può rifiutare di pagare e contestare la validità delle spese richieste. Se le spese infatti non sono ripartite in base ai criteri stabiliti dalla legge o dalle regole del condominio allora si possono impugnare le delibere assembleari e contestare non pagando le quote. Ovviamente il condomino che rifiuta di pagare le spese può ricevere l’ingiunzione di pagamento e poi presentare opposizione.

spese condominiali
Non farti imbrogliare dall’amministratore-Ilciriaco.it

Molto spesso nel condominio vengono approvati nuovi lavori per innovare e migliorare le parti in comune. Ma se questi lavori non risultano una miglioria per tutti possono essere contestati e queste spese possono non essere pagate dai condomini. Inoltre è possibile non pagare le spese se i lavori interessano solo una zona del condominio. È questo il caso ad esempio dei parchi o dei palazzi in cui ci sono più scale, ascensori, o cortili. Se un condomino vuole agire e impugnare ad esempio le decisioni dell’assemblea ha tempo 30 giorni per farlo, dall’approvazione della delibera stessa o dal momento in cui viene comunicata agli assenti.

C’è anche una situazione in particolare in cui un condomino si può rifiutare di pagare le spese condominiali ovvero quando si trova in gravi difficoltà economiche. Chiaramente questa richiesta deve essere approvata da tutti i condomini che devono decidere in assemblea. Si tratta tuttavia di casi molto particolari che richiedono molta attenzione soprattutto quando si è proprietari dell’immobile e si rischia un’ingiunzione per mancato pagamento.

Impostazioni privacy