Dentifrici, quali non comprare mai secondo Altroconsumo

In questo articolo parliamo di dentifrici, importanti per la nostra igiene orale, ma che cosa dobbiamo controllare sull’etichetta? Scopriamolo insieme

I dentifrici sono una pasta creata appositamente per una corretta pulizia dei denti, sia da un punto di vista estetico, sia salutare.

dentifrici, cosa controllare sull'etichetta
dentifrici, cosa devi vedere sull’etichetta-ilciriaco.it

Fare in modo che i denti siano puliti non è solo un dovere, ma è proprio un’esigenza, in quanto, come sappiamo, trascurarli ha delle conseguenze, talvolta anche serie. Innanzitutto, se non ci si lava i denti, l’alito sarà pesante, e questo andrà a influire non poco sulle nostre relazioni, in quanto vedremo come gli altri tenderanno ad allontanarsi, a causa del cattivo odore emanato.

E poi, naturalmente, si è più esposti a infezioni, parodontiti, carie, e tutte quelle cose che possono creare problemi seri al cavo orale. Ma anche la scelta del dentifricio ha il suo peso sulla salute dei denti, in quanto, come riporta Altroconsumo, dovrebbe contenere certe sostanze piuttosto che altre. Nello specifico, prima dell’acquisto di un dentifricio, sarebbe opportuno acquistare quelli con le sostanze che non dovrebbero mancare.

Dentifrici: le sostanze che devono esserci assolutamente

Come accade un po’ per tutti i prodotti da acquistare, leggere l’etichetta ha il suo peso. Questo perché sono riportati ingredienti o sostanze utilizzate.

dentifrici, cosa osservare bene sull'etichetta
dentifrici, cosa guardare sull’etichetta-ilciriaco.it

Altroconsumo ha svolto di recente un test di laboratorio su 13 prodotti e il risultato è stato per lo più positivo, nel senso che la gran parte sono risultati essere poco abrasivi e contengono la giusta dose di fluoro per tutelare i denti dalle carie. Uno degli elementi più importanti che devono essere presenti in un dentifricio, proprio per questo, è il fluoro, essenziale per proteggere dalla carie, per l’appunto. Si dovrebbe evitare l’acquisto di dentifrici senza fluoro, perché la loro efficacia protettiva è scientificamente provata, e dunque è un requisito fondamentale di un buon dentifricio.

Non dovrebbero essere acquistati, inoltre, dentifrici con biossido di titanio, sostanza colorante della pasta, per cui c’è un divieto come additivo alimentare, e che a detta di Altroconsumo non dovrebbe essere contenuta nei dentifrici in quanto finisce a contatto con il cavo orale e una parte si ingerisce.

Ovviamente, bisogna rammentare che oltre ai dentifrici, per tutelare i nostri denti è importante anche come ci alimentiamo, e sarebbe ideale limitare il consumo di zuccheri e anche il fumo. Inoltre, è sempre bene recarsi dal dentista per controllarsi, in modo da prevenire problemi.

Impostazioni privacy