Questi sono i 5 consigli (preziosissimi) della dietologa per contrastare la ritenzione idrica e sgonfiarsi subito

La ritenzione idrica è un problema comune tanto negli uomini quanto nelle donne: 5 consigli della dietologa per contrastarla.

L’accumulo di liquidi nell’organismo può dipendere da una serie di fattori che variano da persona a persona. Le conseguenze, invece, ci accomunano tutti: gonfiore, senso di pesantezza, aumento di peso.

Ritenzione idrica: 5 consigli per contrastarla
Come contrastare la ritenzione idrica: parla l’esperta (ilciriaco.it)

Spesso e volentieri il tutto si risolve nel giro di pochi giorni, soprattutto quando dipende da un’alimentazione particolare, come quella delle feste in cui si tende ad “abbuffarsi” di cibi particolari. Ma, è anche vero, che potremmo aver bisogno di un piccolo aiuto, a volte, per contrastare la ritenzione idrica.

In nostro soccorso arriva una dietologa esperta che ci svela cinque consigli da mettere in pratica, che contribuiranno ad uno stile di vita sano e anche a prevenire questo problema fastidioso. Di che si tratta e come agire.

Ritenzione idrica: come sgonfiarsi con 5 consigli della dietologa

A svelare questi cinque consigli è stata Jessica Cording, dietista, a “Women’s Health”. Come abbiamo detto, la ritenzione idrica dipende da un accumulo di liquidi nell’organismo, ma ciò non deve indurci a pensare, erroneamente, che la soluzione al problema sia bere di meno. Questo fastidio, infatti, può dipendere da una serie di fattori, compreso ciò che mangiamo o lo stile di vita che facciamo. Ecco, allora, quali sono i suoi consigli a riguardo.

5 consigli contro la ritenzione idrica
I consigli della dietologa contro la ritenzione idrica (ilciriaco.it)

In primo luogo, seguire una dieta che sia a basso contenuto di sodio. Ciò significa anche limitare il consumo di sale: non eliminarlo dall’alimentazione, ma usarne le giuste quantità. Importante, poi, sarebbe prediligere alimenti freschi ed evitare il più possibile quelli confezionati.

Ancora, un quotidiano esercizio fisico, che si tratti anche di una semplice camminata o di salire le scale invece che prendere l’ascensore, sarebbe fondamentale per contrastare il problema: la sedentarietà non fa bene, questo lo sappiamo tutti. Da non sottovalutare, inoltre, è il sonno: può aiutarci contro le infiammazioni del corpo e dell’organismo, oltre a essere essenziale nella vita in generale, per la nostra salute.

Infine, ma non per importanza, bere abbastanza e, ovviamente, acqua. Pare che dovremmo consumare almeno 8/10 bicchieri al giorno, sebbene, ovviamente, questo dato cambi da persona a persona, a seconda di età ed esigenze specifiche di ognuno. Ricordiamo, in ogni caso, che si tratta di semplici consigli e che in caso di problemi persistenti e cronici, rivolgersi ad un medico esperto è la soluzione migliore.

Impostazioni privacy