Brutte notizie per gli automobilisti: aumenti in arrivo, cosa occorre sapere

Gli automobilisti sono sempre più soggetti a una serie di costi in continua crescita che incidono pesantemente sul bilancio familiare

Viviamo, ormai da mesi, un periodo in cui non è mancato settore in cui non si siano registrati rincari. Anche il mondo degli automobilisti ha patito balzelli continui e di varia natura. E ora, le prossime settimane e i prossimi mesi potrebbero segnare ulteriori aumenti. Ecco i dettagli.

Aumenti automobilisti
Brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari – (ilciriaco.it)

Gli automobilisti di tutto il mondo sono sempre più soggetti a una serie di costi in continua crescita che incidono pesantemente sul bilancio familiare. Dai carburanti ai pedaggi autostradali, passando per assicurazioni e manutenzione, il costo della mobilità sta diventando sempre più oneroso, mettendo a dura prova le finanze di milioni di persone.

In arrivo i rincari per gli automobilisti

Telepass annuncia importanti cambiamenti ai suoi servizi a partire dal 1° luglio, con una serie di rincari e nuove offerte che influenzeranno gli abbonati in modo significativo. La tariffa “Base” subirà un aumento fino a 3,90 euro al mese, rispetto agli attuali 1,83 euro, consentendo di associare due targhe allo stesso dispositivo e di accedere al telepedaggio e ad altri quattro servizi. Inoltre, è stata introdotta una promozione valida fino a dicembre 2025 per il piano “Plus”, che permette di sottoscrivere il servizio allo stesso prezzo (3,90 euro) e di beneficiare di 25 servizi aggiuntivi, inclusi parcheggi sulle strisce blu e sconti.

Aumenti automobilisti
Rincari Telepass nei prossimi mesi – (ilciriaco.it)

Telepass offre ai suoi abbonati il diritto di recedere dal contratto senza costi, come previsto dalla legge, nel caso in cui vengano apportate modifiche unilaterali, come nel caso attuale. Il mercato dei pedaggi si è liberalizzato, con l’emergere di concorrenti come Unipolmove e MooneyGo, spingendo Telepass a introdurre il servizio “Pay per Use”. Questo consentirà di utilizzare Telepass senza un canone annuo mensile, ma solo pagando un euro al giorno per ogni giorno di utilizzo, più un costo di attivazione di 10 euro.

Per attirare i clienti più giovani e sostenere la mobilità urbana, Telepass ha introdotto l’abbonamento “Young”, che include i principali servizi legati alla mobilità, escluso il telepedaggio. L’abbonamento sarà attivabile tramite carta di credito o di debito, senza canoni o addebiti giornalieri.

Telepass si impegna a diventare il principale operatore di mobilità integrata, con un focus sulle città. L’azienda prevede di investire 500 milioni di euro nei prossimi cinque anni per potenziare la piattaforma tecnologica e rafforzare la presenza nei servizi di mobilità urbana di cinque città italiane. L’obiettivo è aumentare il numero di clienti da 7 a 10 milioni e raggiungere ricavi vicini al miliardo di euro entro il 2030.

Nel 2023, Telepass ha registrato un fatturato di circa 380 milioni di euro (+20%) e ha processato operazioni del valore di 8,5 miliardi di euro. Attiva in 17 Paesi, l’azienda conta circa 2 mila dipendenti. Con questi ambiziosi piani di espansione e investimento, Telepass mira a ridefinire il panorama della mobilità integrata e a soddisfare le esigenze dei suoi abbonati in modo sempre più efficace ed efficiente.

Impostazioni privacy