Tumore al cervello: queste sensazioni apparentemente banali te lo segnalano in anticipo e ti salvano la vita

Ci sono dei segnali molto particolari che possono indicare la presenza di un tumore al cervello: tutti dovrebbero quindi prestare molta attenzione.

Il tumore al cervello è fortunatamente una malattia piuttosto rara, sul territorio italiano rappresenta infatti circa l’1,6% di tutti i tumori. Secondo le ultime statistiche, in Italia ci sono mediamente più di 6.000 casi ogni anno, di cui 3.500 negli uomini e 2.500 nelle donne.

tutti i sintomi del tumore al cervello
Tumore al cervello, ecco quali sono i primi sintomi – ilciriaco.it

Questa terribile malattia consiste nella crescita anomala di cellule nei tessuti del cervello, che può naturalmente essere benigna o maligna. Il tumore influenza successivamente il sistema nervoso, che è formato dall’encefalo e dal midollo spinale.

Entrambe controllano quindi le funzioni volontarie e involontarie, come ad esempio camminare, parlare, respirare ecc. Oggi, gli individui che sviluppano questa grave patologia possono prevederla in anticipo, salvandosi così la vita.

I primi sintomi del tumore al cervello

Come dimostrano le ultime statistiche, questo particolare tumore è abbastanza raro in Italia: rappresenta solo l’1,6% di tutti i tumori. Quali sono allora le persone più a rischio? Innanzitutto, non c’è ancora una lista completa che mostri tutto ciò che potrebbe far sorgere un tumore al cervello. Tuttavia, gli scienziati affermano che uno dei fattori principali, che è in grado di aumentare le probabilità di sviluppare la malattia, è l’esposizione alle radiazioni ad alto dosaggio. Queste ultime sono infatti considerate cancerogene per gli esseri umani. Per quanto riguarda i campi magnetici degli smartphone, questi non rappresenterebbero un grave problema, poiché non ci sono delle prove schiaccianti che lo dimostrerebbero.

tutti i sintomi del tumore al cervello
Tumore al cervello – ilciriaco.it

La componente genetica ereditaria potrebbe invece essere determinante nello sviluppo delle neoplasie, anche se non si conoscono nel dettaglio i geni interessati. Ad ogni modo, i sintomi dipendono da numerosi fattori, alcuni dei quali sono le dimensioni della massa tumorale, la localizzazione, la presenza o meno di un edema cerebrale e la velocità di crescita. I primi campanelli d’allarme sono quindi rappresentati dalla cefalea, dai disturbi visivi, dalle vertigini, dai disturbi nel linguaggio e dalla presenza di crisi epilettiche. Più specificatamente, l’individuo che sta sviluppando un tumore nel cervello avvertirà un rallentamento psichico, la nausea, il vomito, un cambiamento d’umore, il mal di testa e le crisi epilettiche.

E non solo: successivamente potrà riscontrare anche un rallentamento delle funzioni cerebrali, che colpirà soprattutto il movimento, la sensibilità, il linguaggio e la vista. I medici individueranno inoltre l’ipertensione endocranica, che è sostanzialmente l’aumento di pressione all’interno della scatola cranica, causato dalla crescita della massa tumorale. Qualora gli esperti riscontrassero i suddetti sintomi, allora consiglierebbero al paziente una risonanza magnetica cerebrale con mezzo di contrasto ad alto campo, oppure una risonanza magnetica funzionale.

Impostazioni privacy