Limite dei contanti da poter regalare ai figli, sono in molti a sbagliare e rischiano una multa e non solo

Molti non lo sanno ma esiste un limite preciso di contanti che è possibile regalare ai figli o ai parenti. Puoi rischiare una multa. 

In occasione del compleanno, del diploma o della laurea non può mancare un bel regalo per i figli. Ma visto che una volta grandi non si sa più cosa prendergli si finisce per dare loro dei soldi, per svagarsi o per comprare qualcosa che desiderano. Purtroppo però non è possibile regalare cifre molto alte anche volendo perché c’è un limite preciso previsto dalla legge.

Quanti soldi puoi regalare ai figli
C’è una cifra massima che puoi regalare ai figli. – (ilciriaco.it)

Per essere più precisi dobbiamo dire che questo riguarda essenzialmente le somme in contanti che ci si passa. Ad esempio se dobbiamo saldare la nostra quota per un regalo o dare una busta per un matrimonio o un altro evento. Non c’è nessun problema a riempire di banconote da 5 euro il destinatario a patto che si rimanga sempre al di sotto dei 5.000 euro in totale.

Sopra questa somma è necessario per legge procedere a versare la somma attraverso un sistema tracciabile, anche se si tratta di un regalo ai figli. Vale anche nel caso si debba acquistare un articolo con un prezzo superiore a 5.000 euro o saldare un debito, e pure per un prestito. In più oltre che tra persone fisiche il limite sussiste anche tra le aziende e le pubbliche amministrazioni.

Cosa succede se superi il limite dei contanti che si può regalare

Come accennato se vuoi dare ai tuoi figli una cifra superiore è necessario ricorrere a un bonifico bancario o a un assegno non trasferibile, in modo che li carichi o li riceva sul proprio conto. La soglia fissata è molto rigida però, quindi anche se devi dare 4.999,99 euro hai ancora il diritto a ricorrere a monete e banconote. L’importante è non sgarrare perché si rischiano delle sanzioni.

Limite dei contanti da poter regalare
Se regali più di 5.000 euro in contanti rischi una bella multa. – (ilciriaco.it)

Se non si rispetta la soglia fissata si rischia di dover pagare una multa variabile fra i 1.000 e i 50.000 euro. L’aspetto peggiore è che la sanzione colpisce entrambe le parti coinvolte, sia chi dona la somma in contanti che chi la riceve. L’ammontare della multa invece dipende fondamentalmente da quanto è alta la cifra che si è cercato di trasferire.

Bisogna anche sottolineare che non è possibile neppure suddividere la quota da regalare in più donazioni inferiori a 5.000 euro. Anzi, questa pratica è considerata un tentativo di eludere i controlli e ha un nome preciso, ovvero “smurfing”.

Impostazioni privacy