Anticipazioni Beautiful, Hope e Liam senza futuro? Scott Clifton svela tutto

Anticipazioni Beautiful: non ci sarà nessun futuro per Liam e Hope? Tutto è in bilico. Scott Clifton svela la verità. Ecco cosa accadrà.

Beautiful è una delle Soap opera più seguite dagli italiani. In onda ormai da più di 20 anni nel palinsesto del biscione, le avventure dei protagonisti riescono a tenere i telespettatori incollati allo schermo. Amori, intrighi, sotterfugi e tradimenti, sono questi i pilastri o per meglio dire il fulcro delle vicende.

Beautiful anticipazioni: ecco cosa rivela l'attore
Beautiful: le indiscrezioni svelate da Scott – (credit @mediasetinfinity) -ilciriaco.it

Le ultime anticipazioni però fanno sobbalzare i fan: nessuno si sarebbe aspettato un simile epilogo. Per Hope e Liam potrebbe non esserci un lieto fine. A svelare tutto Scott Clifton. Vediamo insieme cosa ci rivela in merito alla serie americana più amata dagli italiani.

Beautiful anticipazioni: ecco cosa succederà

Uno dei personaggi più celebri della soap opera Beautiful è sicuramente Liam interpretato da Scott Clifton. Ed è proprio Scott che in un intervista a tvsoap.it rivela il susseguirsi del rapporto e delle vicende che coinvolgono Liam e Hope. L’attore parla del rapporto di alti e bassi e più passa il tempo più tende a sgretolarsi.

Beautiful: Liam svela tutto
Beautiful: Scott Clifton svela il futuro di Liam e Hope – (Credit @mediasetinfinity) -ilciriaco.it

Inoltre fa riferimento a Thomas e afferma che Hope e il Forrester hanno in comune la passione per la moda e che il giovane tende ad appoggiare e a capire la giovane donna. Il loro rapporto è reso molto forte anche da Douglas figlio biologico di Thomas e adottivo per Hope.

Scott fa anche riferimento alle puntate registrate in Puglia e la racconta come una delle esperienze più belle da lui vissute. Afferma addirittura di non essere mai stato a conoscenza di Alberobello, prima che la produzione li portasse a registrare nel posto. Ha anche raccontato di aver iniziato a fare l’attore all’età di otto anni.

Tutto ha inizio con la lettura di un libro di Shakespeare. E grazie ad un amico di sua madre che lo aiutava e gli insegnava Shakespeare, gli raccontò che quello che svolgevano nella cameretta molti lo facevano per vivere e mantenersi. Dunque un lavoro. Così inizia il suo percorso per diventare attore, tra seminari, audizioni e gavetta.

Afferma anche di non opporsi assolutamente qualora suo figlio in futuro decidesse di intraprendere la medesima strada. Ma afferma che non serve soltanto preparazione, ma anche tanta fortuna, poiché anche attori molto più bravi di lui, per mancanza di opportunità, adesso si ritrovano a fare lavori umili senza essere riusciti a sfondare nel mondo del cinema.

Impostazioni privacy