Se bevi questo quantitativo di caffè in un giorno puoi ridurre l’ansia: lo studio

Ecco quanti caffè al giorno dovresti bere per combattere depressione e ansia. Non lo avresti mai immaginato.

Una recente analisi ha rivelato una relazione tra il consumo della bevanda più consumata al mondo e il rischio di soffrire di sintomi legati allo stress.

caffè utile contro ansia e depressione
quanto caffè devi bere per combattere l’ansia – ilciriaco.it

Avresti mai immaginato che il caffè potesse contribuire a ridurre stati di agitazione e ansia? Sì è proprio così, ma solo se ne assumi il quantitativo corretto.

Caffè, bevi la quantità giusta e riduci l’ansia

Il caffè è senza alcun dubbio la bevanda più consumata al mondo. Si stima che siano circa 2,6 miliardi le tazze di caffè bevute ogni giorno in tutto il pianeta. Il caffè però, oltre a essere molto apprezzato, è spesso anche etichettato come una bevanda dai tanti effetti collaterali dannosi. La massiccia presenza di caffeina infatti, a causa degli effetti eccitanti, provoca nell’organismo umano episodi di agitazione, battito cardiaco accelerato e palpitazioni, tachicardia notturna ed insonnia. Ma allora è possibile che proprio il caffè possa aiutare a combattere ansia e depressione? A quanto pare sì.

caffè combatte ansia
effetti del caffè sull’organismo umano – ilciriaco.it

Un’analisi dei dati effettuata di recente dalla grande banca dati del Regno Unito Biobanca infatti, ha rivelato un risultato inatteso. A quanto pare dagli studi è emersa una relazione inaspettata tra il consumo di caffè e il rischio di incorrere in patologie come depressione e ansia. Dall’indagine è venuto fuori che gli individui del campione studiato che consumavano 2-3 tazze di caffè al giorno presentavano il rischio più basso di sviluppare disturbi mentali. Tuttavia, i rischi aumentavano per coloro che bevevano di meno o anche di più di tale quantità.

I risultati della ricerca restavano invariati indipendentemente dalle sostanze associate al consumo del caffè, quali zucchero o latte, anche a prescindere dal tipo di caffè utilizzato. In altre parole che fosse macinato, solubile, tostato, amaro, aromatizzato, dolce o amaro emergeva comunque la medesima correlazione tra consumo di caffè e minor rischio di malattie associate a disturbi della psiche. Lo studio è stato pubblicato su Psychiatry Research. Inoltre, secondo diverse recenti ricerche scientifiche condotte negli Stati Uniti il consumo di caffè è connesso a una riduzione del rischio di malattie, come il diabete di tipo 2, l’ictus, e anche il cancro e molte malattie del sistema cardiovascolare.

Quindi se ti piace il caffè e vorresti combattere disturbi legati a depressione e ansia, non è detto che tu debba rinunciare a berlo, ma puoi consumarne tranquillamente tre tazze al giorno, senza superare mai questa dose.

Impostazioni privacy