Esenzione ticket: hai diritto nel 2024 ma non è automatica, chiedila così

L’esenzione ticket per il 2024 sarà resa possibile a molti contribuenti, ma non sarà affatto una procedura automatica: scopri come richiederla.

Uno dei temi centrali riguardanti il 2024 è l’esenzione ticket per i cittadini over 65. Non si tratterà di una procedura automatica. Per ottenerla la si dovrà richiedere tramite una procedura altamente specifica, che dovrà essere eseguita con estrema attenzione se si vorranno evitare inconvenienti.

Ecco quando presentare il documento per l'esenzione
Per ottenere l’esenzione dovrai consegnare questo documento (Ilciriaco.it)

Ci saranno inoltre dei limiti di reddito di cui tenere conto, che renderanno ancora più specifica questa procedura. Bisognerà tuttavia fare attenzione, poiché questi requisiti non rappresenteranno comunque alcuna garanzia.

Esenzione ticket: ecco come richiederla

L’esenzione ticket, come detto, deve essere richiesta tramite un modus operandi ben preciso. La data a cui tenere riferimento è quella del 31 marzo, periodo entro il quale si dovrà dichiarare il proprio status che consenta di presentare la richiesta. Coloro che sono “in regola” dal 2014 non hanno bisogno di presentare alcuna domanda.

Ecco quando presentare il documento per l'esenzione
Tieni a mente questa data sul calendario (Ilciriaco.it)

Discorso differente per chi invece dovrà ripetere la procedura totalmente da capo. Nel caso in cui il proprio reddito cambi, si dovranno presentare le informazioni aggiornate. In caso contrario si perderà qualsiasi possibilità di ottenere l’esenzione. Naturalmente per evitare ciò si potrà verificare anche di prima mano, accedendo nei siti appositi delle Regioni di interesse con credenziali SPID.

Nel caso in cui la procedura svolta tramite web dovesse rivelarsi laboriosa, si potrà tranquillamente fare riferimento ad uno dei tanti sportelli Asl. La fascia da tenere a mente è sempre e comunque quella dei 65 anni, con un tetto reddituale pari a 35.000 euro. Ci sono ovviamente tante altre casistiche che rientrano nell’esempio e che riguardano a loro volta i casi più disparati.

Disoccupati con un reddito non superiore agli 8.000 euro, per esempio, possono richiedere l’esenzione dal ticket ospedaliero a prescindere dall’età anagrafica. Un’altra categoria ampiamente tutelata è quella degli invalidi, davanti alla quale si aprono ancora più scenari diversi tra loro.

Si annoverano infatti invalidi che prendono l’apposita pensione, così come invalidi che presentano una percentuale che va dal 69 al 76%. Per quanto le categorie siano tante, ciò non cambia affatto quanto detto nel corso dell’introduzione. Ponendo infatti il caso in cui si posseggano tutti i requisiti adatti, non ci sarà niente di automatico: l’esenzione si dovrà richiedere entro i primi tre mesi dell’anno corrente.

Diversamente si perderà la possibilità di presentare la propria richiesta, come il calendario prevede.

Impostazioni privacy