Gianni Morandi e l’addio alla musica: le parole che nessuno si aspettava

Chi lo avrebbe mai detto? A quanto pare anche Gianni Morandi può avere dei periodi di debolezza. Ecco cosa ha pensato

Gianni Morandi è una delle personalità più iconiche del mondo della musica nostrana. In Italia, soprattutto in termini di fama e autorità, nessuno si può considerare al suo livello. Si parla di un artista che ha venduto oltre 50 milioni di dischi distribuiti in tutto il mondo, portando la penisola ad essere ascoltata anche ad un pubblico straniero.

Gianni Morandi e la clamorosa rivelazione
Gianni Morandi si racconta al pubblico (Ilciriaco.it). ANSA Foto

Per il classe 1944 i successi sono stati tanti, sia a livello professionale che a livello umano. Purtroppo però, la sua carriera non è sempre stata in ascesa. Ci sono stati infatti vari momenti di debolezza, che non poche volte lo hanno anche portato a riflettere sul senso della sua vocazione. Portandolo così a trarre conclusioni fortemente pessimistiche.

Gianni Morandi parla del suo passato

Durante una puntata della trasmissione “Verissimo”, alla quale il cantante di origini bolognesi ha avuto modo di presenziare, Morandi si è raccontato al pubblico e alla conduttrice parlando sia del Gianni artista che del Gianni adulto. Un dualismo che coincide in tantissime cose, ma che differisce allo stesso tempo in molte altre.

Gianni Morandi e la clamorosa rivelazione
Morandi si confida: “Volevo mollare tutto”. (Ilciriaco.it). ANSA Foto

Il suo debutto è avvenuto praticamente 60 anni fa, quando in età adolescenziale ebbe modo di conoscere al tempo stesso anche la sua prima moglie, Laura Efrikian. I due si sposarono a poco meno di 20 anni di età, formando una coppia giovane e al tempo stesso affiatata. Quella relazione per lui fu molto importante poiché gli fece scoprire quella che poi è diventata la sua carriera: la musica.

Da quel momento in poi, arrivarono successi su successi, uno dietro l’altro. Ma come abbiamo detto in precedenza, il suo percorso musicale non è sempre stato caratterizzato da momenti positivi. Ci sono stati infatti molti momenti difficili, che più di una volta gli hanno fatto riflettere sul prendersi una pausa. Una pausa che più volte ha assunto l’amaro sapore dell’addio.

Nel bel mezzo di una crisi artistica ed esistenziale apparentemente senza fine, nessun collega lo prese più in considerazione. Il pubblico cambiò radicalmente i suoi gusti, prediligendo temi molto più impegnati rispetto alle leggerezze che Morandi era solito proporre. Così, prese seriamente in considerazione l’idea di mollare tutto. Fu Mogol in persona a farlo desistere, figura al quale deve davvero tanto.

Una dichiarazione davvero sentita, e che racconta come anche i nomi più grandi della musica siano in realtà dei normali esseri umani.

Impostazioni privacy