Esenzione ticket diventa per quasi tutti con le novità sui codici E01, E02, E03 ed E04

Esenzione ticket 2024 quali sono tutte le novità per il nuovo anno e chi sarà esonerato dal pagamento, tutti i dettagli in merito.

Quando si parla di esenzione dal ticket sanitario si fa riferimento alla possibilità di non pagare alcune prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e di altre visite specialistiche ed esami ambulatoriali messe a disposizione dal servizio sanitario nazionale. Esistono diverse esenzioni, e solitamente vengono classificate con dei codici, a certificarle è il ministero dell’economia e delle finanze.

Esenzione ticket quasi per tutti
Esenzione ticket sanitario- (ilciriaco.it)

Succede attraverso la registrazione all’anagrafe regionale degli assistiti in base a comunicazioni ministeriali. In generale a non dover pagare sono diverse categorie di cittadini, infatti c’è chi è esonerato per reddito, chi per età, e chi per alcune patologie, vediamo nel dettaglio quali sono i cambiamenti e chi potrà ottenere l’agevolazione.

Esenzioni ticket 2024, tutte le nuove norme

Il ticket sanitario, è uno strumento con il quale i cittadini contribuiscono al costo delle prestazioni sanitarie di che hanno bisogno del pagamento, mira a sostenere le visite specialistiche, gli esami di diagnostica strumentale, alcuni esami ambulatoriali, di laboratorio le prestazioni di pronto soccorso e le cure termali. In alcuni casi particolari, è consentita l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario, e si può dunque usufruire gratuitamente di determinate prestazioni.

Esenzione ticket, le novità sui codici
Esonero dal pagamento del ticket- (ilciriaco.it)

Ad avere diritto all’esenzione del ticket, sono diverse categorie di cittadini che potranno usufruire gratuitamente della sanità pubblica. Prima di tutto a poter ottenere l’agevolazione, è chi soffre di malattie croniche e di malattie rare. I malati cronici infatti, potranno usufruire di alcune visite specialistiche finalizzate al monitoraggio della propria patologia, e alla prevenzione di ulteriori aggravamenti. Il ticket non sarà pagato neppure per i farmaci utilizzati in terapia. Per poter ottenere l’esonero, andrà effettuata una richiesta presso l’Asl di residenza, presentando il certificato medico. Stesso discorso vale per chi ha una malattia rara.

La diagnostica precoce per tumori, è un altro caso in cui si può usufruire dell’esenzione, non tutte le diagnosi rientrano nell’esonero tuttavia per alcune patologie considerate diffuse. È possibile non pagare il ticket come ad esempio per l’esame mammografico, per la colonscopia e per il pap-test. L’esenzione dal pagamento del ticket, riguarda anche gli invalidi, tuttavia sarà necessario possedere un determinato grado di invalidità.

Durante il periodo di gravidanza inoltre, le future mamme saranno esonerate dal pagamento del ticket per alcune visite specialistiche e diagnostiche. L’obiettivo è quello di tutelare la salute delle mamme e del nascituro. Infine un’altra motivazione per cui potrà essere richiesta l’esenzione, è il reddito, infatti a seconda della fascia, si potranno ottenere delle agevolazioni.

Il codice E01, si riferisce ai cittadini che hanno meno di 6 anni e quelli che superano i 65, questi soggetti saranno esonerati se appartengono ad un nucleo familiare con un reddito complessivo che non vada oltre i 36.151,98. Il codice E02 riguarda i disoccupati e chi ha un reddito familiare inferiore agli 8.263,31 euro. Il codice E03 si riferisce ai titolari di pensioni sociali o ai percettori dell’assegno sociale, e ai familiari a carico dello stesso. Infine il codice E04 riguarda i titolari di pensione minima, con un’età superiore ai sessant’anni e i familiari a carico.

Impostazioni privacy