Interessi mutuo su prima casa: se occupata il rimborso si ottiene solo a queste condizioni

Il rimborso degli interessi mutuo sulla prima casa occupata si può ottenere ma solo in alcune condizioni: ecco che cosa sapere a riguardo.

La stipula di un mutuo per quanto riguarda l’acquisto, la ristrutturazione o la costruzione edilizia di un immobile potrebbe garantire un risparmio fiscale. In merito agli interessi sulla prima casa ci sono delle cose da conoscere.

Interessi mutuo prima casa: rimborso
Il rimborso sugli interessi mutuo prima casa occupata – ilciriaco.it

Non tutti ne sono a conoscenza, ma esistono delle agevolazioni fiscali per quanto riguarda le persone che stipulano un mutuo. Gli incentivi riguardano in modo particolare la prima casa, parliamo quindi di quell’immobile che viene utilizzato come abitazione principale. È necessario sottolineare che il risparmio varia in base al tipo di mutuo.

Al di là di queste informazioni generali, sono in molti a chiedersi che cosa succede quando la prima casa è occupata e se si può richiedere il rimborso sugli interessi mutuo. In tal senso, la legge è stata abbastanza esplicativa e ha riferito i casi specifici.

Interessi mutuo su prima casa: ecco quando si può ottenere

È possibile chiedere ed ottenere la detrazione sul mutuo della prima casa occupata, tuttavia è importante sapere che la legge lo prevede solamente se il proprietario ha inviato lo sfratto entro tre mesi dall’acquisto e destinato la casa principale entro un anno. Se i termini sopraindicati non vengono rispettati non è possibile usare l’agevolazione.

Interessi mutuo prima casa: come chiedere rimborso
Quando è previsto il rimborso per gli interessi del mutuo sulla prima casa occupata – ilciriaco.it

È questo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate che ha risposto all’interpello 13/2024. In pratica, è stato preso in analisi un caso di un contribuente che aveva attivato la procedura del rilascio della casa dopo l’acquisto già locato, ma non ha inviato l’atto di “intimazione di licenza o di sfratto per finita locazione”.

Nel caso in cui si decidesse di scegliere una procedura diversa come dice la legge 392/1978, in base alla quale l’affittuario non libera la casa il proprietario può convenire in giudizio facendo leva sulle norme previste dall’articolo 447-bis del codice di procedura civile.

L’Agenzia delle Entrate, inoltre, ha chiarito che in alcuni casi bisogna applicare l’articolo 15, comma 1, lettera b, del Testo unico imposte in merito ai redditi sulla detrazione mutuo prima casa. In pratica, la norma spiega che la detrazione spetta solo nel caso in cui viene notificato lo sfratto al locatario e questa è la regola base alla quale attestarsi. A dir la verità, la procedura di rilascio non impedisce l’uso della detrazione.

Impostazioni privacy