Altra bufera nel calcio italiano, ufficiale la sconfitta 0-3 a tavolino

Calcio italiano travolto dalla bufera perché quello che è successo in campo non si era mai visto e ora la decisione è ufficiale

Non succede spesso nel calcio italiano di vedere uno 0-3 a tavolino deciso dal Giudice Sportivo. Ma quello che è accaduto nell’ultimo fine settimana é davvero particolare e sta scatenando una bufera, non solo mediatica.

Calcio caos, arriva la sentenza più pesante: nessuno lo poteva immaginare
Calcio caos, arriva la sentenza più pesante (Ansa Foto) – Ilciriaco.it

Lo scenario è quello della Prima Categoria umbra, in particolare la partita Sant’Arcangelo-Passignano. Due formazioni che in questa fase della stagione sono molto tranquille, si trovano a centro classifica senza nessuna possibilità di puntare ai vertici ma nemmeno di retrocedere.

Con i padroni di casa in vantaggio per 1-0, la gara si stava avviando alla sua fase finale quando in campo è successo l’imponderabile. Al 35′ del secondo tempo infatti l’arbitro ha sospeso l’incontro che non è più ripreso ed è passato al vaglio della giustizia sportiva.

Dopo che era stata fischiata una punizione per il Sant’Arcangelo, è partita la rissa tra un difensore della squadra locale, Manuel Cecchini, e l’attaccante ospite Alberto D’Onofrio. Nel frattempo è iniziato un parapiglia al quale hanno partecipato anche altri tesserati, dell’una e dell’altra squadra.

Ufficiale la sconfitta 0-3 a tavolino, una punizione pesantissima: ma il club preannuncia ricorso

Da qui la decisione dell’arbitro che ha scontentato tutti. Ha fischiato la fine anticipata dell’incontro, capendo che non sarebbe riuscito a riportare la calma e ricominciare in condizioni di sicurezza. Poi ha scritto tutto sul referto che in settimana è stato esaminato dal Giudice Sportivo.

Tutto è stato riportato sul Comunicato Ufficiale, a partire dallo scontro tra i due giocatori che ha originato il resto. “Detta colluttazione originava una violenta mischia – si legge – che vedeva coinvolti numerosi tesserati di entrambe le squadre. Constatata l’impossibilità di ripristinare la calma fra le parti e non sussistendo più le condizioni per portare al termine la partita, il direttore di gara si vedeva costretto a decretare anzitempo la fine della partita”.

Mazzata del Giudice Sportivo, 0-3 a tavolino: tifosi senza parole
Mazzata del Giudice Sportivo, 0-3 a tavolino (Ansa Foto) – Ilciriaco.it

Al contempo è arrivata la sentenza ed è stata una mazzata per entrambe le squadre. Dovranno pagare 320 euro di multa ma soprattutto è stato deciso lo 0-3 a tavolino per entrambe.

In pratica sono state ritenute allo stesso modo colpevoli di quello che era successo in campo e quindi non essendo stato possibile proseguire la gara pagheranno con la sconfitta.  Non solo, sono state anche comminate tre giornate di squalifica a Cecchini del Sant’Arcangelo ma anche a D’Onofrio e Sparano del Passignano.

La società di casa, una frazione di Magione in provincia di Perugia che è sede anche di un celebre autodromo, non ci sta e preannuncia battaglia. Contesta il danno d’immagine subito dal club, che oltre tutto stava anche vincendo in campo.

I veri penalizzati siamo noi. Come da prassi ci attiveremo per un corposo ricorso che riporti i fatti alla realtà e faccia giustizia. Confidiamo nella giustizia sportiva, in particolar modo per ridare credito di immagine, ripeto, alla nostra società che dal 1972 è attiva sul territorio e conosciuta per ben altri valori”, si legge nella nota della società.

Impostazioni privacy