Fentanyl, l’antidolorifico che ti rovina e ti uccide

Da ormai alcuni anni è diventato una vera e propria droga. Ecco cos’è il Fentanyl: l’antidolorifico che ti rovina e uccide

Gli Stati Uniti ne sono vittime da ormi anni. Sono centinaia di migliaia le persone che, negli ultimi anni hanno perso la vita a causa di overdose da sostanze stupefacenti.

Fentanyl Il farmaco che potrebbe ucciderti
Ecco perché il Fentanyl è sempre più pericoloso – Ilciriaco.it

Ma le sostanze più pericolose in assoluto – contrariamente a quanto si pensi – non sono la cocaina o l’eroina (che rappresentano comunque una grave piaga per la salute). Attualmente, il nemico numero uno dei sistemi sanitari nazionali di tutto il mondo è il Fentanyl, un antidolorifico. Ecco perché questo medicinale potrebbe rovinare del tutto la tua vita.

Acquistabile in farmacia

Una delle caratteristiche del Fentanyl è che si tratta di un farmaco “facilmente” acquistabile in farmacia. Basta infatti una ricetta prescritta dal proprio medico di base per potersi presentare in una qualunque farmacia e farsi consegnare una dose. Il Fentanyl è un derivato sintetico dell’oppio e solo alcune settimane fa Stati Uniti e Cina hanno siglato un accordo che impegna Pechino a ridurre l’esportazione del farmaco nel mondo. Negli Stati Uniti, infatti, vi è una vera e propria epidemia di oppiodi. Solo nel 2022 un terzo dei decessi tra i 25 e i 34 anni è stato causato proprio da questo farmaco.

Fentanyl Il farmaco che potrebbe ucciderti
Si tratta di un farmaco sempre più diffuso – Ilciriaco.it

Si tratta di un farmaco antidolorifico potente circa 80 volte la morfina. Viene utilizzato in ambito medico come analgesico e anestetico. L’Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha infatti inserito nella lista dei farmaci utilizzati per il trattamento dei tumori in stato avanzato. Tuttavia, questo farmaco è entrato facilmente nel mercato nero degli stupefacenti. Il suo uso smisurato potrebbe provocare un forte senso di stordimento ed euforia. Ma potrebbe avere anche dei forti effetti collaterali, come vomito, costipazione, crampi, ansia e sudorazione. Può provocare inoltre astinenza e nei casi più gravi anche un arresto cardiaco o uno shock anafilattico. Infine la morte.

La diffusione capillare del Fentanyl è avvenuta principalmente negli Stati Uniti già a partire dagli anni ’90. La facilità della diffusione del Fentanyl è dovuta soprattutto al fatto che si tratta di un farmaco più economico rispetto alle dosi di eroina e cocaina. Negli Stati Uniti sono numerose le vittime anche molto conosciute. Tra queste troviamo il rapper Coolio, l’attore Angus Cloud e l’attore Michael K.Williams. Purtroppo il Fentanyl si sta diffondendo sempre di più anche in Italia, in particolare nelle zone del nord, come ad esempio la provincia di Milano.

Impostazioni privacy