Prima del gran caldo conviene acquistare un climatizzatore: ecco come sceglierlo correttamente

Avete deciso di acquistare un climatizzatore ma non sapete da dove partire? Ecco come sceglierlo correttamente per dire addio al caldo.

La primavera ha preso il via solamente qualche giorno fa, ma per moltissime persone è già arrivato il momento di pensare alla prossima estate. Con il caldo che promette di essere torrido e che dunque richiederà l’ausilio di strumenti per combatterlo. Come possono essere i classici ventilatori o i climatizzatori, dispositivi sempre più apprezzati per la loro facilità d’uso ed efficienza totale.

Ecco la guida per scegliere il climatizzatore perfetto per la casa
Coem scegliere il giusto climatizzatore per la casa – Ilciriaco.it

Se ancora non ne avete mai comprato ed installato uno in casa, ecco che la scelta potrebbe risultare più complicata del previsto. Considerando le diverse varianti che potrebbero venirvi proposte sia online che nei negozi fisici. Volete fare sempre la scelta giusta e combattere il gran caldo? Allora questa guida vi tornerà utilissima. Vi spiegheremo come sceglierlo correttamente, in base alle vostre esigenze.

Come scegliere il giusto climatizzatore: la guida completa

Ancora prima di valutare il climatizzatore perfetto per voi, dovete tenere conto della superficie del locale che volete andare a rinfrescare. In particolare, il parametro da considerare è il BTU, un’unità di misura energetica che vi dice quanta ne serve tenendo conto dei metri quadrati della stanza. E si va da un minimo di 5000 Btu/h per stanze da 0 a 10 metri quadrati a 18.000 Btu/h per locali da 50 a 60 metri quadrati.

La guida per poter scegliere il giusto climatizzatore da acquistare
Ecco cosa tenere in considerazione per la scelta del climatizzatore – Ilciriaco.it

Entrando più nel merito delle tipologie di climatizzatori, ad oggi se ne possono trovare di diverse. Segnaliamo per esempio i monoblocco portatili, che hanno un tubo da posizionare in ambiente esterno. I classici pinguini, per intenderci. Una scelta veloce che non richiede installazioni, ma che consuma molto e rinfresca poco. In alternativa ci sono i monoblocco senza unità esterna, perfetti se non volete un tubo da mettere sulla finestra o in balcone.

Ma le scelte migliori sono gli split, ossia i classici climatizzatori con un compressore esterno che vanno installati nelle stanze che si vuole rinfrescare. Con un comodo telecomando che vi dà modo di scegliere la temperatura desiderata, di attivare un timer e così via. Il loro costo di norma varia dalle poche centinaia ai 1500 euro. Se volete rinfrescare ulteriormente casa vostra, potreste valutare i multi-split. Con un singolo compressore esterno a cui poter però collegare due o più elementi interni. In questo modo, potete anche stabilire temperature diverse per i vari ambienti della casa.

Impostazioni privacy