Stanchezza cronica, un campanello d’allarme importante: potrebbe trattarsi di una malattia grave e invalidante

In questo articolo parliamo di stanchezza che tende a cronicizzarsi. Potrebbe essere spia di una malattia molto seria: ecco di che cosa si tratta

Abbiamo un corpo che è in grado di farci comprendere quando c’è qualcosa che non va, attraverso una serie di segnali che poi sta a noi interpretare.

Stanchezza cronica, di cosa può essere spia
Stanchezza cronica, cosa può voler dire (foto Canva)-ilciriaco.it

Quando non ci si sente bene, in linea generale, e ci si rende conto che non si tratta di un qualcosa che passa nel giro di alcune ore, ma si protrae per diversi giorni, è importante rivolgersi a un medico, per approfondire. Il benessere è la prima risorsa per poter condurre le proprie attività, per poter fare qualsiasi cosa. Sarà un luogo comune, ma in fondo è solo la verità: se non c’è la salute, non si può far nulla e si vive in modo limitante.

Ecco perché, prevenire è sempre meglio, o quantomeno intervenire tempestivamente su un determinato problema. Può succedere che ci si senta stanchi senza un motivo preciso e che tale stanchezza si cronicizzi, non passi, e non se ne comprende la ragione.

Magari potresti confondere la cosa con una tua pigrizia, ma in realtà, potrebbe trattarsi di altro.

Stanchezza cronica, potrebbe trattarsi di una malattia seria e subdola

Se ti senti stanco/a e non capisci il motivo, provi a eseguire diagnosi ma apparentemente non ci sono risultati, la ragione potrebbe essere che si tratti di una malattia subdola e invalidante.

Stanchezza cronica, se la hai può voler dire qualcosa di serio
Stanchezza cronica, di cosa può essere sintomo (foto Canva)-ilciriaco.it

Da un punto di vista clinico, la chiamano encefalomielite mialgica. È detta sindrome da fatica cronica, e consiste in una sensazione di fatica persistente, che poi si lega anche ad altri disturbi. Purtroppo, il fatto che non sia facilmente diagnosticabile comporta disagio in chi ne è affetto, soprattutto per una questione di qualità di vita.

Non vi sono esami specifici per eseguirne la diagnosi e si comprende che si tratta di questo disturbo dopo averne confermati o esclusi altri. Tutto, a seconda dei casi. La stanchezza causata da questa sindrome non si placa riposando, anzi, tende a peggiorare facendo anche sforzi di lieve entità. È chiaro che ciò rende più difficili i rapporti lavorativi, sociali ecc.

Di solito si tratta di un disturbo che si associa anche a difficoltà di memoria e concentrazione molto gravi, dolori a linfonodi cervicali e ascellari, dolori muscolari, mal di testa, sonno di cattiva qualità e altro ancora. Le cause non sono chiare, e purtroppo attualmente non vi sono cure mirate, di solito, i medici raccomandano cambiamenti nello stile di vita e anche terapie farmacologiche a seconda dei casi.

Impostazioni privacy