Famiglie a basso reddito, via libera per uno dei bonus più attesi dell’estate: puoi avere subito 460 euro

Sostenere le famiglie a basso reddito non è una sfida facile ma è in arrivo un bonus di 460 euro pensato a questo scopo

Ideare misure strutturali che consentano non solo di sostenere i nuclei familiari a basso reddito ma anche di guidarli verso una situazione economicamente migliore, è la sfida che ogni governo si trova, indipendentemente dal colore politico, a dover affrontare. E le strategie messe in campo sono spesso tra loro molto diverse, dall’aiuto immediato al sostegno sul medio o lungo periodo.

Nuovo bonus da 460 euro in arrivo: i dettagli
Bonus da 460 euro una tantum per famiglie a basso reddito. Come richiederlo (ilciriaco.it)

In tale contesto le famiglie stesse devono mantenersi aggiornate in merito a bonus e aiuti per non lasciarsi sfuggire preziose opportunità di ottenere extra somme di denaro che, in molti casi, potrebbero risultare, cumulando tra loro le misure, piuttosto sostanziose. La premessa è d’obbligo per entrare nel merito di una nuova agevolazione recentemente confermata e dell’importo di 460 euro circa, considerato uno dei bonus più interessanti del 2024.

Bonus da 460 euro per famiglie a basso reddito. I dettagli

A dire il vero il bonus in questione era già stato proposto nel 2023 ma con importi differenti e nel 2024 fa il suo ritorno in misura più ‘massiccia’ sotto il profilo economico. Rivolto alle famiglie con Isee non superiore ai 15mila euro, la cifra loro destinata potrà essere impiegata, in primis, per l’acquisto di beni e servizi di prima necessità ma anche per fare rifornimento e non solo. L’obiettivo del Governo è, in tal modo, andare a sostenere le famiglie meno abbienti che non godono di altri benefici erogati dallo Stato.

Carta dedicata a te, requisiti per riceverla
Nel 2024 verranno distribuite 100mila card in più (ilciriaco.it)

Chi, ad esempio, non percepisce per mancanza di requisiti il Supporto per la formazione e il lavoro o l’Assegno di inclusione oppure la Naspi o la Dis-Coll, potrà essere destinatario di questa misura. Stiamo parlando della Carta Dedicata a Te, uno strumento inserito nell’ultima legge di Bilancio e che si appresta a tornare a seguito della pubblicazione del Decreto Attuativo mediante il quale le risorse stanziate, circa 600 milioni, verranno ripartite. In tal modo sarà anche possibile avere maggiore chiarezza in merito alla platea degli interessati, nonché sulle tempistiche di erogazione.

In attesa di saperne di più, è bene sottolineare che si prevede la distribuzione, nel 2024, di 100mila social card in più rispetto al 2023, ognuna con un importo di circa 460 euro. Non occorrerà fare domanda in quanto i destinatari verranno individuati in maniera automatica: chi è già in possesso della card dal 2023 si vedrà accreditare, dunque, il nuovo importo su di essa.

Impostazioni privacy