Se non l’hai mai fatto, meglio pulire il telecomando: la quantità di germi e batteri che puoi trovare è disgustosa

Uno degli oggetti più comuni, ma anche uno dei più sporchi: il telecomando. Ecco come igienizzarlo a dovere

Un oggetto di uso quotidiano, ma non immaginereste mai quanto possa essere sporco. Parliamo del telecomando. Pochi oggetti portano sulla propria superficie la stessa quantità di germi e batteri che troviamo su questo “strumento del potere”. Ecco perché è importante igienizzarlo.

Telecomando germi
Uno degli strumenti più sporchi: il telecomando – (ilciriaco.it)

Spesso maneggiato da tutta la famiglia, il telecomando passa di mano in mano più volte al giorno. Studi hanno dimostrato che su di esso si accumulano più batteri che su molte altre superfici domestiche, inclusi i bagni e le cucine. La sua struttura con bottoni e fessure crea infatti numerosi nascondigli dove i germi possono proliferare indisturbati.

Sulla superficie del telecomando possono formarsi, insediarsi e moltiplicarsi colonie di germi e batteri, se si pensa che ogni giorno lo usiamo senza curarci se le nostre mani sono sporche o sudate. Forse, solo il nostro smartphone, che ha anche il “demerito” di essere usato fuori dalle mura domestiche, può essere considerato più sporco del telecomando. Ecco, allora, come pulire spesso e adeguatamente il nostro telecomando. Ne va della nostra salute.

I pericoli invisibili sul telecomando

Tra i batteri più comuni rilevati sui telecomandi ci sono lo Staphylococcus aureus, che può causare infezioni cutanee, il batterio Escherichia coli, noto per provocare problemi gastrointestinali, e vari tipi di funghi. Questi microrganismi possono facilmente trasferirsi dalle mani al telecomando e viceversa, rappresentando una minaccia per la salute, soprattutto per bambini, anziani e persone con sistema immunitario compromesso.

Telecomando
Come igienizzare il telecomando – (ilciriaco.it)

Ma come possiamo rendere maggiormente igienico questo strumento che, giocoforza, dobbiamo utilizzare assai spesso? Un primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di utilizzare salviette disinfettanti per pulire il telecomando almeno una volta alla settimana. Assicurarsi di passare bene tra i tasti e nelle fessure.

Prima e dopo aver usato il telecomando, lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi può essere una buona abitudine. Si può anche considerare l’uso di coperture in plastica facilmente pulibili, che possono essere rimosse e igienizzate regolarmente.

Ovviamente, prima di iniziare qualsiasi procedura, assicuratevi di rimuovere le batterie per evitare cortocircuiti all’interno del dispositivo. Per pulire adeguatamente il telecomando possono bastare un panno di cotone, alcool denaturato, un panno privo di lanugine e uno stuzzicadenti. Quest’ultimo per potersi insinuare nelle fessure tra un tasto e l’altro.

Impostazioni privacy