Nuove assunzioni nelle scuole, oltre 30.000 le risorse ricercate: come partecipare al bando

Annunciate nuove assunzioni nelle scuole, oltre 30.000 risorse ricercate. Ecco come partecipare al bando

State cercando lavoro e non sapete più a chi mandare il vostro curriculum? Dovete sapere che ci sono diverse occasioni che stanno venendo lanciate a livello nazionale e che potrebbero fare al caso vostro. Se il vostro sogno è sempre stato quello di insegnare a scuola, allora questo è il momento migliore in assoluto.

I dettagli sul bando per le assunzioni a scuola
Nuove assunzioni nelle scuole: ecco come funziona – Ilciriaco.it

Sta infatti per entrare in gioco il Concorso straordinario ter, con un bando che delineerà la procedura. Lo scorso 9 settembre è stato intanto pubblicato il decreto sulla Gazzetta Ufficiale, con le firme dei ministri Giancarlo Giorgietti e Paolo Zangrillo. Così da autorizzare il Ministero dell’Istruzione e del Merito all’avvio della procedura.

Nuove assunzioni a scuola: ecco cosa c’è da sapere

Se sognate di lavorare a scuola e insegnare, dovete sapere che ci sono nuove assunzioni in arrivo. Stando a quanto emerso, sono ben 30.216 i posti per i quali si ricercano nuove risorse. Di questi, 21.101 su posto comune e 9.115 su posto di sostegno. Un contingente dei posti che deriva dalla differenza tra i posti vacanti e quelli disponibili dopo l’operazione di mobilità. Oltre che al numero di immissioni stimate per l’anno scolastico, pari a 50mila.

Come funzionerà il bando indetto dal Governo
Oltre 30.000 i posti presto messi a disposizione – Ilciriaco.it

In attesa del bando, questi sono i requisiti minimi per i posti comuni:

  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + abilitazione per la specifica classe di concorso oppure
  • tre anni di servizio negli ultimi cinque, entro il termine di presentazione della domanda, svolti presso le scuole statali, anche non continuativi, di cui almeno uno specifico oppure
  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022

Ora resta da capire quando verrà aperto ufficialmente il bando per poter partecipare al concorso. All’interno del documento saranno indicate tutte le modalità, i documenti da allegare e i tempi di attesa. Questo è un altro importante sforzo del Governo, che vuole andare ad integrare sempre più figure all’interno del sistema scolastico nazionale.

Sia per posti comuni che in sostegno. Staremo a vedere se ci saranno novità sostanziali già nelle prossime settimane o bisognerà attendere l’inizio dell’anno nuovo. Una cosa è certa: ci sono oltre 30.000 posti vacanti che presto verranno riempiti dai nuovi concorsi. In linea con l’obiettivo per l’anno scolastico di 50.000 assunzioni totali in tutta Italia, fissato dal Ministero dell’Istruzione.

Impostazioni privacy