Non buttare gli scarti del pellet, ci sono 5 modi per riutilizzarli

Non buttate gli scarti del pellet! Ci sono ben cinque modi per poterli riutilizzare: ecco come fare!

Utilizzate una stufa a pellet e volete sapere se ci sono dei modi alternativi grazie a cui poter utilizzare tale combustibile? Ebbene sì, la risposta è affermativa e di seguito scopriremo assieme in cosa consistono.

Scarti del pellet, non buttarli
Utilizzare scarti del pellet, i metodi che non ti aspetti (ilciriaco.it)

Gli ultimi mesi sono stati segnati, purtroppo, da uno spaventoso aumento dei prezzi. A partire dagli alimenti fino ad arrivare al carburante, tanti sono i rincari che continuano a pesare sulle tasche delle famiglie italiane.

Proprio in tale contesto sono tante le persone alla ricerca di qualche soluzione alternativa, grazie alla quale poter abbattere i costi. A tal fine, ad esempio, in molti hanno deciso di dotarsi di stufe a pellet per cercare di contrastare il caro energia.

Non buttare gli scarti del pellet, ci sono 5 modi per riutilizzarli: non lo immagineresti mai

Il pellet, in effetti, è un combustibile molto utile, grazie al quale poter riscaldare la propria casa senza spendere cifre da capogiro. Ma può essere usato solamente con la stufa o anche per altre finalità? Ebbene, dovete sapere che ci sono diversi modi creativi per riutilizzarlo assieme ai suoi scarti, ovvero:

Scarti del pellet, non buttarli
Pellet, come utilizzare la cenere (ilciriaco.it)
  1. Lettiera per il gatto. Se non volete utilizzare del materiale sintetico o plastico per il vostro amico a quattro zampe, allora il pellet è la soluzione giusta. Questo a patto che si tratti di pellet derivante solamente dal legno e non presenti agenti chimici, collanti oppure vernici.
  2. Sciogliere il ghiaccio. Il mix creato dal sale grosso e dalla cenere derivante dalla combustione del pellet può essere utilizzato per prevenire la formazione del ghiaccio sul marciapiede.
  3. Fertilizzante naturale. Data l’elevata quantità di potassio è possibile utilizzare la cenere per concimare il terreno. Si tratta di un fertilizzante naturale davvero ottimo, che aiuta il terriccio a recuperare diversi elementi, come ad esempio fosforo, manganese, rame e zinco.
  4. Pacciamatura. Utilizzate gli scarti del pellet per proteggere il terreno attorno ai fiori e alle piante.
  5. Detergente per la pulizia della casa. Mischiando la cenere del pellet con l’acqua di cottura della pasta si ottiene un ottimo detergente per rimuovere i residui di grasso.

A partire dalla lettiera per il gatto fino ad arrivare alla pulizia della casa, quindi, sono davvero tanti i modi alternativi in cui poter utilizzare gli scarti del pellet. Non vi resta, quindi, che scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze ed eviterete inutili sprechi!

Impostazioni privacy