Nuovo richiamo alimentare da parte del Ministero: noto salume ritirato immediatamente

Il Ministero della Salute ha diffuso un nuovo richiamo alimentare che riguarda un noto salume molto consumato. 

I salumi sono una parte importante dell’alimentazione di noi italiani. Usati quasi quotidianamente per uno spuntino, per farcire piadine e panini oppure negli aperitivi o negli antipasti, sono immancabili nei nostri frigoriferi. 

Richiamo salume: per presenza di Salmonella
È stato richiamato dal Ministero della Salute un noto salume per presenza dell’agente batterico Salmonella – ilciriaco.it

Di recente, però, il Ministero della Salute ha comunicato il richiamo di un salume molto amato per la presenza di Salmonella spp, un agente batterico molto pericoloso. Per questo ha raccomandato chiunque l’avesse acquistato o ne fosse venuto in possesso, di non consumarlo assolutamente.

Il salume oggetto del richiamo del Ministero della Salute

Non è raro che il Ministero della Salute segnali il richiamo o il ritiro di prodotti alimentari molto amati per la presenza di agenti contaminanti, come è successo in questo caso per un noto salume molto amato e consumato.

Richiamo salume: richiamato salamino dolce a marchio Azzocchi Roberto
Il Ministero della Salute ha comunicato il richiamo dal mercato del salamino dolce a marchio Azzocchi Roberto per rischio microbiologico (salute.gov.it) – ilciriaco.it

Il motivo del richiamo è rischio microbiologico per la presenza di Salmonella spp, un batterio molto pericoloso per l’uomo, che può nascondersi in molte bevande e cibi. Il salume in questione è il salamino dolce a marchio Azzocchi Roberto, venduto in confezioni sottovuoto dal peso variabile con il numero di lotto 57 SD e il TMC 22/07/2024.

Il salamino è prodotto dall’azienda Azzocchi Roberto Srl  nello stabilimento di via Vallericcia 18, ad Ariccia, nella città metropolitana di Roma con marchio di identificazione CE IT 9 2506 LP. Dato che il motivo del richiamo è rischio microbiologico per la presenza della salmonella, il Ministero della Salute e l’azienda produttrice fanno sapere ai consumatori di non consumare il salamino oggetto del richiamo ma di restituirlo al punto vendita in cui l’hanno acquistato. 

La salmonella è un batterio molto contagioso e spesso è possibile confondere i suoi sintomi con quelli di un’altra infezione intestinale. Si presenta con: nausea e dolore addominale crampiforme, subito seguiti da diarrea acquosa, febbre e vomito e, a volte, può presentarsi sangue nelle feci. Fortunatamente non è letale e i sintomi si risolvono in 1-4 giorni, però può essere molto insidioso e a volte durare di più e con sintomi più gravi. Per questo si invita alla massima cautela chiunque sia venuto in possesso o abbia acquistato questo amato salume oggetto del richiamo del Ministero della Salute.

Impostazioni privacy