Tumori in aumento, i medici ormai non hanno dubbi: dipende tutto da quello che mangiamo

Stiamo assistendo a un aumento di tumori, soprattutto nei giovani, molto preoccupante. Gli esperti hanno individuato le probabili cause.

Il rapporto tra alimentazione e salute è noto da tempo, ma di recente sta tornando sotto la lente d’ingrandimento, perché sempre più giovani si stanno ammalando anche gravemente e precocemente rispetto alla media.

aumento tumori alimentazione scorretta
Secondo gli esperti l’aumento dei tumori è dovuto alla cattiva alimentazione – Foto: Rixalto Group SA – ilciriaco.it

I tumori da sempre sono malattie gravi che uccidono milioni di persone, e sono tra le prime cause di morte, in Italia come nel mondo. Negli ultimi anni però si sta assistendo ad un abbassamento dell’età a rischio e gli scienziati hanno cominciato a chiedersi come mai.

Attenzione a cosa mangi, i medici lanciano l’allarme: I tumori sono in aumento a causa della cattiva alimentazione

Sono tanti gli studi che hanno dimostrato come una cattiva alimentazione aumenti il rischio di cancro, anche nelle persone giovanissime.

alimenti che provocano il cancro
I cibi industriali aumentano i rischi di cancro – Foto: Rixalto Group SA – ilciriaco.it

L’OMS nelle sue pubblicazioni ricorda che una dieta sana ed equilibrata è tra le abitudini che concorrono a uno stile di vita salutare, grazie al quale si possono prevenire 4 tumori su 10.

Ovviamente, tutti gli studi che hanno permesso di arrivare a queste conclusioni si basano su statistiche e dati epidemiologici, e non è possibile stabilire una regola universale che valga per tutti. Però è stato dimostrato, ad esempio, che chi mangia più di 500 grammi di carne rossa alla settimana ha un rischio maggiore di sviluppare un tumore del colon-retto.

I diversi tipi di tumore, poi, possono andare a colpire parti dell’organismo che, a causa dell’alimentazione scorretta, incorrono in infiammazioni croniche, che sfociano in seguito in neoplasie.

Ovviamente, dobbiamo capire cosa si intende per “cattiva alimentazione” e “sana alimentazione”. Sicuramente uno dei consigli sempre validi è quello di preferire frutta e verdura a carni lavorate, ma su questo aspetto dobbiamo fare una precisazione. Di per sé frutta e verdura fanno bene, ma oggi al supermercato troviamo tantissimi prodotti ortofrutticoli colmi di pesticidi, quindi nelle linee guida si dovrebbe specificare anche che frutta e verdura davvero sicure sono solo quelle autoprodotte, o biologiche.

Per quanto riguarda invece i cibi dannosi, è facile capire che siano quelli ultraprocessati, industriali, altamente lavorati e che contengono sostanze la cui esposizione nel lungo periodo può aumentare il rischio tumori.

Più nello specifico, ecco che sostanze da cui dovremmo stare alla larga:

  • Nitriti e nitrati. Sono dei conservanti che facilitano la comparsa del tumore del colon e dello stomaco;
  • Aflatossine. Sostanze tossiche che possono essere liberate da determinate muffe nel mais, in legumi o altre granaglie mal conservate. Sono responsabili di una quota rilevante di tumori del fegato.
  • AcrilammideÈ una sostanza nociva che si sviluppa con la cottura ad alte temperature e quindi si trova nelle patatine fritte, crackers e prodotti da forno industriali.
  • Grassi e proteine animali. Una dieta particolarmente ricca di questi elementi aumenta i rischi di cancro.

Ecco che è importante imparare a riconoscere gli alimenti malsani e a prestare più attenzione a ciò che si compra al supermercato e dunque a quello che mettiamo in tavola tutti i giorni.

Impostazioni privacy