Background ADV
  • Martedì 12 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 11:11

Rsa Nusco: revocata procedura di licenziamento, fumata bianca vicina per i 46 lavoratori

Dopo giorni di trattative Kursana e sindacati sono vicino all'accordo. Ridotto il numero di ore lavorative ma salvaguardati i livelli occupazionali. Al prossimo tavolo anche De Mita che dovrĂ  chiarire sul contributo promesso.

Rsa Nusco: revocata procedura di licenziamento, fumata bianca vicina per i 46 lavoratori

Otto ore di confronto, ieri, direttamente con l'azienda e un paio al tavolo istituzionale con il Prefetto di Avellino ma alla fine si apre uno spiraglio per i lavoratori della Rsa di Nusco. In 20 su 46 rischiavano il licenziamento da parte della Kursana, cooperativa che gestisce la casa di riposo in Alta Irpinia accreditata dall'Asl. Due giornate di confronto decisive che restituiscono la speranza a 20 famiglie (su 46 totali) ed un Natale piĂą sereno da vivere senza l'ansia del licenziamento. Kursana Piemonte Scs ha revocato la procedura di licenziamento collettivo, intavolando una discussione con i sindacati per trovare una soluzione al problema. Pur non essendoci ancora la fumata bainca, le parti, con l'assenso dei lavoratori, sono vicine a concludere l'accordo che prevede una riduzione del monte ore di lavoro ma il mantenimento dei livelli occupazionale.

DAcunto MarinoA ricevere lavoratori e sindacati il Prefetto Maria Tirone che ha convocato anche l'Asl rappresentata dal direttore amministrativo Fernando Memoli. "Resta ancora una piccola distanza da colmare" riferisce al termine del tavolo Marco D'Acunto della Fp Cgil presente anche ieri a Nusco "trattiamo da due giorni, ieri non siamo giunti alla risoluzione, oggi ci siamo avvicinati ma dobbiamo ancora concludere". Le parti si incontreranno nuovamente il prossimo 20 Dicembre. L'obiettivo è di portare tutti i livelli occupazionali ad un numero di ore lavorative adeguato "siamo partiti da 156 ore, siamo in una fase dove alcuni profili professionali sono a 128 ore, altri a 120 ma c'è una quota che a 120 ore non arriva. Noi chiediamo che infermieri, fisioterapisti e addetti alle pulizie arrivino almeno a 120 ore lavorative". Al tavolo sono stati chiesi impegni precisi anche all'Asl la cui manager Maria Morgante era assente e sarĂ  riconvocata anche lei il prossimo 20 dicembre "il direttore amministrativo non aveva il mandato per assumere determinate decisioni" riferisce sempre D'Acunto che ha richiesto insieme alle altre sigle sindacali "una verifica precisa e quasi quotidiana dei livelli di assistenza, di assumere un impegno economico ".

Al prossimo incontro sarà convocato anche il sindaco di Nusco Ciriaco De Mita che al tavolo dello scorso 13 Novembre aveva sollecitato la Kursana ma anche garantito un sostegno economico "Disse che aveva i fondi – conclude D'Acunto – non può fare una proposta e poi rimangiarla. In qualsiasi modo riesca a sgravare la Kursana di costi per noi va bene. Abbiamo chiesto al Prefetto di convocarlo al prossimo tavolo per ascoltare la sua proposta"tavolo prefettura

Ultima modifica ilMercoledì, 06 Dicembre 2017 18:59

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.